Iscriviti

Padova: si tiene la Viacard dell’ex datore di lavoro e fa viaggi gratis per 8000€

Una vicenda in cui a rimetterci è stata la stessa azienda. L'uomo, interrompendo qualsiasi contatto professionale, ha dimenticato di consegnare la Viacard, concedendosi vari viaggi gratuiti. Ecco la sua storia.

Notizie Curiose
Pubblicato il 6 dicembre 2020, alle ore 14:05

Mi piace
3
0
Padova: si tiene la Viacard dell’ex datore di lavoro e fa viaggi gratis per 8000€

Sono varie le persone che si approfittano di altri scroccando cene o viaggi. Il fatto avvenuto a Padova ha davvero dell’incredibile in tal senso. Quando ha smesso di lavorare nell’azienda in cui è stato assunto come dipendente, non si è ricordato di consegnare la Viacard al datore e ne ha approfittato per compiere viaggi gratis fino a un valore di 8000 € a spese della ditta. Ecco la sua storia e come sono andati i fatti.

Il colpevole di questa vicenda è un uomo dell’età di 46 anni di Montebelluna, il quale ha accumulato una serie di pagamenti a spese della ditta stessa. Un fatto che gli è costata una denuncia con l’accusa di appropriazione indebita e indebito utilizzo di carte di pagamento. I fatti raccontati hanno avuto luogo tra l’estate e l’autunno scorso.

Fino al periodo primaverile ha lavorato come dipendente presso la Bragagnolo Srl, una ditta che si occupa d’impianti e aree di rifornimento, per la quale alcuni mesi dopo ha deciso di rassegnare le dimissioni. Si è dimenticato di restituire alla ditta la Viacard, una tessera utile per le varie trasferte di lavoro grazie alla quale poteva accedere alle autostrade, viaggi, ecc. 

L’uomo ha usato questa tessera fino al mese di ottobre facendo innumerevoli viaggi gratuiti. Alla ditta, in seguito a queste trasferte, sono giunti più di 8000 € di esborsi che devono saldare per viaggi e spostamenti che nessuno degli operari ha mai realizzato. Il dipendente ne usufruiva in maniera gratuita. Proprio in quel momento, i titolari hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri di Campodarsego per denunciare il fatto. 

Le forze dell’ordine, in seguito alle indagini condotte, hanno ricostruito l’intera vicenda, rendendosi conto che l’utilizzo della Viacard fosse sempre ad opera dello stessa persona, ossia il dipendente che la usava senza alcun titolo. In seguito, l’uomo è stato convocato in caserma e, soltanto dopo una iniziale perplessità, ha ammesso le sue colpe. Per questa ragione, è stato denunciato per le accuse succitate. Nel frattempo, l’azienda deve capire come muoversi per poter rientrare di quella cifra.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Mi sembra una vicenda alquanto paradossale e strana. Come hanno fatto gli stessi titolari dell'azienda a non rendersi conto di questo addebito di denaro nella carta. Se avessero deciso di bloccare la Viacard, sicuramente avrebbero evitato ciò. L'uomo ne ha approfittato un po' troppo concedendosi dei viaggi gratuiti per puro piacere e non pagando mai i pedaggi. Il problema è ora dell'azienda che deve cercare di rientrare, in qualche modo, del denaro perso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!