Nuovo sciame sismico in provincia di Catania: paura nella notte (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 4 gennaio 2019, alle ore 10:21

Nuovo sciame sismico in provincia di Catania: paura nella notte

Lo sciame sismico cominciato nel mese di dicembre nella provincia di Catania, alle pendici dell’Etna, continua a non dare tregua alla popolazione etnea. Dopo l’eruzione dell’Etna del 21 dicembre e il forte terremoto registrato nella notte tra il 25 e il 26 dicembre, più altre scosse negli ultimi giorni dell’anno, anche stanotte uno sciame sismico ha tenuto sveglia gran parte della popolazione catanese.

Nuovo sciame sismico in provincia di Catania: paura nella notte

Le scosse sono iniziate intorno alle 22 ma la più forte, di magnitudo 3.5, è stata registrata alle primissime luci dell’alba. Erano le 5 e 10, per l’esattezza, secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, quando ha avuto luogo la scossa più forte di tutte, con epicentro a 7 chilometri da Ragalna. Questa è stata preceduta da altre con una magnitudo da 2.3 e 3.0. Al momento non si registrano danni a persone o cose.

Nuovo sciame sismico in provincia di Catania: paura nella notte

Cinque per l’esattezza, spalmate tra le ore 22 e la mezzanotte. Prima di quella delle 5:10 anche un’altra di magnitudo 3 alle ore 4:54. I comuni che hanno avvertito più di tutti lo sciame sono stati Ragalna, Biancavilla e Adrano. Il tutto mentre la popolazione etnea si stava “riprendendo”, in un certo senso, dal terremoto più forte, quello registrato nella notte tra Natale e Santo Stefano.