Morte improvvisa a 11 anni, lutto a Lavagno per i funerali di Elia. I genitori: “È un incubo, diteci cosa è successo” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 7 febbraio 2019, alle ore 15:52

Morte improvvisa a 11 anni, lutto a Lavagno per i funerali di Elia. I genitori: “È un incubo, diteci cosa è successo”

Lutto a Lavagno per Elia, morto improvvisamente a 11 anni. I genitori: “Diteci cosa è successo”.

Un bambino di 11 anni è svenuto a casa a Lavagno a Verona è po’ che ora è morto in ospedale i genitori hanno donato le cornee ma ora vogliono capire cosa è successo a loro bambino.

Elia Rizzotti aveva solo 11 anni quando improvvisamente è svenuto a casa sua a Lavagno, poche ore dopo è morto in ospedale. I genitori hanno voluto donare le cornee ed hanno spiegato:

Morte improvvisa a 11 anni, lutto a Lavagno per i funerali di Elia. I genitori: “È un incubo, diteci cosa è successo”

“Abbiamo detto ai dottori che possono prendere tutto quello che può servire a far stare meglio altri ma che ci devono dare delle risposte. Vogliamo sapere perché abbiamo perso in questa maniera assurda nostro figlio”.

Elia si è spento nella notte di lunedì nella provincia di Verona ed è stato dichiarato lutto cittadino a Lavagno il sindaco della città, Simone Albi, ha annunciato: “Vogliamo far sentire alla famiglia la nostra vicinanza e pensavamo di proporre, insieme alla scuola che frequentava Elia, qualcosa per ricordarlo come studente e come calciatore, ma vogliamo prima sapere se alla sua famiglia potrebbe far piacere”.

Morte improvvisa a 11 anni, lutto a Lavagno per i funerali di Elia. I genitori: “È un incubo, diteci cosa è successo”

“Pensavamo di intitolargli un edificio pubblico o di organizzare una manifestazione”. I funerali del piccolo si svolgeranno sabato 15 febbraio nella chiesa di San Pietro di Lavagno.

Donate le cornee di Elia: “I suoi occhi chiari non smetteranno di vedere il mondo”. Disposta l’autopsia sul corpicino

Elia si è spento improvvisamente nella terapia intensiva pediatrica del polo Confortini. L’11enne era già giunto in ospedale in condizioni disperate, il Suem lo aveva soccorso a casa sua ed era in arresto cardiaco.