Mattarella attacca duramente la BCE: “Ci serve solidarietà, non ostacoli” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 12 marzo 2020, alle ore 20:52

Mattarella attacca duramente la BCE: “Ci serve solidarietà, non ostacoli”

Nel pieno dell’emergenza coronavirus, appare chiaro che gli effetti di questo evento straordinario saranno estremamente negativi per l’economia. Appare anche chiaro che ormai parlare di problema italiano sia riduttivo, visto che i contagi – e, tristemente, i morti – aumentano di giorno in giorno anche nel resto del mondo. Una reazione importante era attesa da parte della BCE, la Banca Centrale Europea, che però con la sua risposta odierna ha ulteriormente peggiorato una situazione già difficile.

Mattarella attacca duramente la BCE: “Ci serve solidarietà, non ostacoli”

La Banca Centrale Europea, infatti, ha annunciato di ampliare il suo programma di “quantitative easing” con un piano di acquisti netti aggiuntivi di 120 miliardi di euro entro la fine dell’anno. Ma a deludere gli investitori è stato l’annuncio successivo: i tassi d’interesse rimarranno invariati. L’effetto di questa scelta, ad avviso di qualcuno “poco coraggiosa”, è stato devastante.

Mattarella attacca duramente la BCE: “Ci serve solidarietà, non ostacoli”

La Borsa di Milano, infatti, ha perso il 17%. Per capire quanto sia grave quanto successo oggi, basta pensare che mai nella storia di Piazza Affari si era registrata una perdita tanto ingente. Ovviamente le cose non sono andate meglio nel resto d’Europa, dove si è assistito alla perdita in doppia cifra a Londra (-10,93%), Francoforte (12,24) e Parigi (12,28). Nella serata di oggi è arrivata la reazione piccata di Sergio Mattarella.