Marco Carta, il giudice non convalida l’arresto: “Estraneo ai fatti” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 1 giugno 2019, alle ore 19:28

Marco Carta, il giudice non convalida l’arresto: “Estraneo ai fatti”

Nella giornata di oggi l’intero popolo del web italiano ha commentato una notizia: l’arresto di Marco Carta. Il cantante, diventato particolarmente famoso dopo aver vinto “Amici” e “Sanremo”, da qualche anno si è allontanato dalla luce dei riflettori. In tv si vede sempre meno spesso, così come sono sempre meno frequenti gli album musicali e i concerti.

Marco Carta, il giudice non convalida l’arresto: “Estraneo ai fatti”

Ad ogni modo, oggi 1° giugno l’Italia intera si è ricordata della sua esistenza. In mattinata ANSA e ADNKronos sono state le primissime agenzie a pubblicare la notizia del suo arresto per “furto aggravato”. Si credeva che il cantante avesse rubato sei magliette alla “Rinascente” per un valore complessivo di 1200 euro.

Marco Carta, il giudice non convalida l’arresto: “Estraneo ai fatti”

Magliette dai prezzi decisamente elevati, dunque. Ma dopo che per tutta la mattinata e il primo pomeriggio si è fatta ironia sull’arresto del cantante, nel pomeriggio (intorno alle 17) è arrivata la smentita. O meglio: la mancata convalida dell’arresto di Carta da parte del Giudice per le Indagini Preliminari.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA