Lodi, commessa licenziata dal negozio dove lavorava perché “troppo grassa” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 28 gennaio 2019, alle ore 11:29

Lodi, commessa licenziata dal negozio dove lavorava perché “troppo grassa”

Di questi tempi in Italia trovare lavoro non è facile. Quando poi lo si trova ma si viene “licenziati” dopo sole quattro ore di lavoro, aumenta la frustrazione. È quanto successo ad Arianna Marchi, 28enne di Lodi, che aveva trovato un lavoro come commessa in un negozio di Pieve Fissiraga, all’uscita del casello autostradale del capolouogo di provincia lombardo. “Questo lavoro non è adatto per lei. Non è abbastanza agile”. Liquidata così.

Lodi, commessa licenziata dal negozio dove lavorava perché “troppo grassa”

Queste le parole con cui alla ragazza è stato comunicato che non avrebbe continuato in quel negozio come commessa. Arianna aveva superato due colloqui: prima quello con l’agenzia interinale e poi quello con una delle responsabili dello Store Pittarello. La ragazza pesa 90 chili: “Ma non ho mai avuto problemi sul posto di lavoro fino a oggi. Mi sono sentita offesa e denuncio quanto successo perché non voglio che altre ragazze si sentano discriminate per via del loro aspetto”.

Lodi, commessa licenziata dal negozio dove lavorava perché “troppo grassa”

Il tutto è successo all’inizio della settimana scorsa: “Lunedì ho fatto il colloquio con l’agenzia interinale. Il giorno dopo ho parlato con una delle responsabili dello store. È andato tutto benissimo, mi hanno ritenuta qualificata per il lavoro e quindi assunto in prova”. Martedì il primo giorno di lavoro effettivo: turno 16:30-20:30. Tutto fila liscio: Arianna svolge senza problemi i compiti che le erano stati assegnati.