L’Aquila: cerca di sfasciare il casello che gli ha mangiato il bancomat con la motosega (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 6 gennaio 2019, alle ore 13:34

L’Aquila: cerca di sfasciare il casello che gli ha mangiato il bancomat con la motosega

L’Aquila, uomo distrugge il casello con una motosega: gli era stato “mangiato” il bancomat

Un uomo ha raggiunto un casello autostradale e per pagare aveva inserito il suo bancomat ma la carta è stata trattenuta nello sportello, per questo motivo, preso dalla furia ha distrutto lo sportello armandosi di motosega.

Una vicenda piuttosto bizzarra quella che è caduta a L’Aquila. Un uomo ha raggiunto un casello autostradale e per pagare aveva inserito il suo bancomat

L’Aquila: cerca di sfasciare il casello che gli ha mangiato il bancomat con la motosega

ma la carta si è bloccata così l’uomo furioso è sceso dall’abitacolo, ha tirato fuori dall’auto una motosega ed ha cercato di distruggere il castello facendo addirittura fuggire via il casellante. Questa vicenda assurda è accaduta ieri al casello di L’Aquila ovest, poco dopo l’accaduto, secondo quanto appreso da Abruzzoweb, il responsabile è stato rintracciato dalla polizia del capoluogo abruzzese dopo che il casellante ha effettuato una chiamata al 113. Per il momento non si conoscono le generalità del responsabile e quindi non è stato tratto in arresto ma è stato denunciato.

L’Aquila: cerca di sfasciare il casello che gli ha mangiato il bancomat con la motosega

Di storie simili se ne sentono ogni giorno, tanti caselli autostradali vengono manomessi o distrutti anche da chi tenta di sfuggire ai controlli della polizia come un ventottenne abitante in corso Alba ad Alessandria che ubriaco ha distrutto un casello per scappare dalla polizia ma dopo poco gli agenti della polizia stradale di Alessandria, dopo il lungo inseguimento hanno bloccato e arrestato l’automobilista astigiano di 28 anni. Il giovane si trovava alla guida di una Fiat 600 con un’amica ed era stato notato dagli agenti mentre sull’autostrada Felizzano con direzione Piacenza procedeva a zig zag.