La studentessa che ha venduto la verginità per 1 milione si è innamorata dell’uomo che l’ha comprata (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 1 maggio 2018, alle ore 12:43

La studentessa che ha venduto la verginità per 1 milione si è innamorata dell’uomo che l’ha comprata

Abbiamo sentito spesso di cose strane messe in vendita, ma oggi parliamo di qualcosa che non si trova nei negozi. Una giovane studentessa di nome Jasmine ha messo all’asta la sua verginità per un milione di sterline (quasi 1 milione e 400mila euro).

Il motivo? Con i soldi guadagnati vuole ‘viaggiare, scoprire il mondo e aprire la propria attività’. Ma c’è dell’altro: la ragazza si è innamorata dell’uomo che ha sborsato la suddetta cifra e che le ha tolto la verginità.

La studentessa che ha venduto la verginità per 1 milione si è innamorata dell’uomo che l’ha comprata

Jasmine ha 20 anni, è di Parigi e ha dichiarato che fino a poco tempo fa aveva intenzione di ‘conservare’ la sua verginità fino al matrimonio. Poi ha scoperto ‘Cinderella Escorts’.

Nonostante la sua famiglia ultracattolica le avesse fatto capire l’importanza del (non) sesso prima del matrimonio, a un certo punto Jasmine ha deciso che forse ‘vendersi’ per una cifra del genere era più profittevole. E infatti è arrivato il banchiere di Wall Street,  residente a New York, che ha fatto l’offerta più alta: 1 milione di sterline.

La studentessa che ha venduto la verginità per 1 milione si è innamorata dell’uomo che l’ha comprata

L’uomo ha battuto altri ‘ricconi’ che hanno offerto cifre molto alte per togliere la verginità a Jasmine: un DJ di Los Angeles è arrivato a 900 mila euro per avere la studentessa nel suo letto, un proprietario di immobili di Monaco (Germania) invece soltanto a 600 mila. A detta di Jasmine, la scelta non poteva essere più azzeccata.

L’uomo che ha ‘segnato’ la sua esistenza è ‘intelligente’ e ‘di successo’. Alcune ragazze hanno difficoltà a trovare un uomo che le offra un paio di drink in discoteca, mentre Jasmine grazie a Cinderella Escorts ha fatto il ‘colpaccio’.