La prof agli agenti di polizia: “Dovete morire, vigliacchi”. Renzi: “Va licenziata” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 27 febbraio 2018, alle ore 15:42

La prof agli agenti di polizia: “Dovete morire, vigliacchi”. Renzi: “Va licenziata”

La trasmissione Matrix ha intervistato l’insegnante barricadera che insultò i poliziotti e ribadisce: “Sì, gli ho augurato la morte perché difendono i fascisti”. Il segretario del partito democratico Renzi in studio: “Che schifo, non può insegnare. A Torino alcuni centri sociali andrebbero chiusi“.

Nel filmato si vede un’insegnante in prima linea negli scontri di piazza a Torino tra antifascisti ed esponenti di Casapound. La donna urla alle forze dell’ordine schierate in strada in tenuta antisommossa: “Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire“. Delle parole davvero sconcertanti ed indifendibili da parte di questa insegnante.

La prof agli agenti di polizia: “Dovete morire, vigliacchi”. Renzi: “Va licenziata”

Intervistata da Angelo Macchiavello di Matrix ha poi ribadito: “Sì, ho detto quelle parole perché loro stanno proteggendo i fascisti, e perché un giorno potrei trovarmi fucile in mano a combattere contro questi individui”. La donna non ha quindi per niente voluto fare marcia indietro o ritrattare le sue dichiarazioni nel corso degli scontri che si sono registrati a Torino durante la manifestazione contro gli esponenti di Casapound da parte dei centri sociali del capoluogo lombardo. Già di per sé queste manifestazioni sono anacronistiche nel 2018, e la violenza contribuisce a renderle davvero inaccettabili.

La prof agli agenti di polizia: “Dovete morire, vigliacchi”. Renzi: “Va licenziata”

Dopo il servizio andato in onda lunedì sera su Canale 5 Matteo Renzi, ospite in studio, ha affermato senza mezzi termini: “Che schifo, una professoressa che augura la morte ai poliziotti andrebbe licenziata su due piedi.” Delle parole di condanna decisamente forti ma assolutamente condivisibili quelle espresse dal segretario del Partito Democratico negli studi televisivi di Mediaset. Non si può che essere concordi con le parole dell’ex primo ministro. Le parole dell’insegnate ripresa nel video sono un vero e proprio insulto ai rappresentanti istituzionali del nostro paese.