La Macedonia ha accettato di cambiare il nome per porre fine alle controversie con la Grecia (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 13 giugno 2018, alle ore 12:21

La Macedonia ha accettato di cambiare il nome per porre fine alle controversie con la Grecia

La Macedonia accetta il nuovo nome dopo una disputa di 27 anni con la Grecia.

Ci sono voluti più di 25 anni, la divisione di due nazioni è stata motivo di proteste grandi e piccole, ma martedì la Grecia e la Macedonia hanno finalmente dichiarato la pace.

Dopo innumerevoli cicli di colloqui mediati dall’ONU, i due vicini balcanici hanno annunciato di aver accettato di porre fine a ciò che chiamano l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia.

D’ora in poi il piccolo stato non sarà conosciuto né con il suo acronimo,

La Macedonia ha accettato di cambiare il nome per porre fine alle controversie con la Grecia

FYROM, né semplicemente come Macedonia, ma come “Repubblica della Macedonia del Nord”. La Grecia richiedeva da tempo il cambio di nome per evitare qualsiasi pretesa sul territorio e l’antico patrimonio culturale dell’omonima regione settentrionale della Grecia, luogo di nascita di Alessandro Magno. L’accordo dovrà essere ora approvato dai macedoni e dal Parlamento greco.

“Dopo mesi di negoziati siamo riusciti a raggiungere un accordo che risolverà la nostra lunga differenza rispetto al nome del nostro vicino”, ha affermato il primo

La Macedonia ha accettato di cambiare il nome per porre fine alle controversie con la Grecia

ministro greco Alexis Tsipras. “Hanno concordato di rinominare il loro paese come la Repubblica della Macedonia del Nord, un cambiamento che si applicherà nelle loro relazioni internazionali e bilaterali e sul piano nazionale”.

Il nuovo nome non solo garantisce una netta distinzione tra la Macedonia greca e la regione settentrionale del paese, ma ha messo fine in modo decisivo all’irredentismo che il nome precedente del paese aveva trasmesso, ha affermato.

“L’accordo che abbiamo raggiunto per la prima volta, assicura che in futuro non potranno mai rivendicare alcuna relazione con l’antica civiltà greca della Macedonia. Sono profondamente