Il dramma della figlia di Giancarlo Magalli, Michela finisce in ospedale: “Non c’è una diagnosi, incrociate le dita per me” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 4 dicembre 2018, alle ore 17:20

Il dramma della figlia di Giancarlo Magalli, Michela finisce in ospedale: “Non c’è una diagnosi, incrociate le dita per me”

Michela Magalli ricoverata all’ospedale Gemelli di Roma. Su Instagram: “Ancora nessuna diagnosi”

Michela, la figlia minore di Giancarlo Magalli, è stata ricoverata in ospedale a causa di una malattia che non è ancora stata diagnosticata. La 24enne è ricoverata da lunedì all’Ospedale Gemelli di Roma, a dare la notizia è stata lei stessa che sul suo profilo Instagram compare con una mascherina in volto mentre sta facendo una flebo. 

La figlia del celebre conduttore Rai Giancarlo Magalli, lunedi è stata ricoverata in condizioni critiche all’ospedale Gemelli di Roma.

Il dramma della figlia di Giancarlo Magalli, Michela finisce in ospedale: “Non c’è una diagnosi, incrociate le dita per me”

Michela Magalli ha 24 anni ed è nata dalla relazione tra Giancarlo Magalli e Valeria Donati. È stata sempre appassionata di moda infatti il padre, durante un’intervista a “Vieni da Me” condotto da Caterina Balivo, disse: “Voglio contribuire alla felicità delle mie figlie, e lo faccio anche concretamente. Ho lavorato una vita e continuo a lavorare per far stare bene sia Manuela che Michela. Mi godo le mie ragazze, la mia casa. Sperando che Michela non sperperi tutto in vestiti costringendomi a venderla.”

Il dramma della figlia di Giancarlo Magalli, Michela finisce in ospedale: “Non c’è una diagnosi, incrociate le dita per me”

Michela ha condiviso su Instagram alcune Stories che la ritraggono con una mascherina al volto su un letto d’ospedale, dove un’infermiera le inserisce una flebo. Il quadro clinico non è ancora ben chiaro, infatti la figlia di Giancarlo Magalli ha spiegato: “Ancora non c’è una diagnosi. Potrebbe essere una malattia esantematica o una infettiva,un virus come quello di Epstein-Barr, la linfomonocitosi adenopatica infettiva o che c***o ne so io.Pensieri e preghiere grazie. Chi me l’ha tirata è riuscito benissimo”.