Iscriviti

Guatemala: uomo vende pizza cucinata sulla lava di un vulcano attivo

David Garcia vende fette di pizza cotta sulla lava di un vulcano attivo, il Pacaya in Guatemala, che sta eruttando da febbraio. La pizza viene cotta su una speciale teglia che può sopportare quasi 1000 gradi.

Notizie Curiose
Pubblicato il 13 maggio 2021, alle ore 18:34

Mi piace
1
0
Guatemala: uomo vende pizza cucinata sulla lava di un vulcano attivo

Un uomo d’affari in Guatemala ha lanciato una nuova moda in fatto di cucina che prenderà difficilmente piede nel resto del pianeta. David Garcia ha infatti approfittato di un vulcano attivo per iniziare a vendere una pizza cotta sopra la lava bollente. Una idea che ha riscosso un enorme successo, dato che sono moltissimi i turisti che si presentano alle pendici della montagna per assaggiare la pizza e postare immagini sui social.

Il vulcano Pacaya si è per prima volta svegliato oltre 23mila anni fa, era particolarmente attivo nel 16esimo secolo. Dopo essere rimasto dormiente per alcuni secoli, ha ricominciato ad eruttare più spesso a partire dal 1960. Al momento le colate di lava hanno ricominciato a scendere a partire da Febbraio, una circostanza che ha permesso all’uomo di mettere in atto la sua particolare idea di cucinare direttamente sulla lava.

Per poter cuocere le pizze, Garcia deve indossare vestiti protettivi e cuocere l’impasto sopra delle particolari teglie create appositamente per sopportare quasi 1000 gradi centigradi di calore. La sua idea è nata nel 2013, quando iniziò a cuocere le pizze un piccole caverne sparse nella montagna. “Le mettevo nelle caverne calde che erano a circa 800 gradi, in 14 minuti erano pronte“, spiega ai media. “Quando le ho assaggiate, ho pensato che le pizze cotte col calore vulcanico fossero una grande idea“.

Da quando il vulcano ha tornato ad essere attivo nelle scorse settimane, ha spostato il luogo di cottura direttamente sulla lava, individuando un’area rocciosa vicino ad un cratere. Non si tratta ovviamente di un ‘forno’ preciso, e Garcia deve stare attento che la temperatura non salga troppo, bruciando teglie ed impasto, e che il vento non si alzi troppo mettendolo in pericolo.

Una scelta rischiosa, ma vincente. La sua Pacaya Pizza, fatta con salsa di pomodoro, mozzarella, cipolle e peperoni, è diventata una hit tra i turisti affamati dopo aver scalato la montagna. “Si può mangiare solo qui una cosa del genere”, ha commentato un cliente della particolare pizzeria.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Quando sento parlare di pizza fatta da persone non italiane un po' mi si accattona la pelle. Non per essere cattiva, ma sarebbe meglio se alcune cose le lasciassero fare a noi in cucina. Non siamo un popolo che può vantarsi di tanto, ma la cucina non ce la devono toccare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!