Giulia Sarti denuncia il suo ex: “Ha preso lui i soldi dei rimborsi.” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 16 febbraio 2018, alle ore 11:30

Giulia Sarti denuncia il suo ex: “Ha preso lui i soldi dei rimborsi.”

I soldi dei rimborsi li ha presi il mio ex, ha sottratto 20mila euro”. Queste le parole pronunciate da Giulia Sarti, la quale si è immediatamente recata in questura per denunciare il suo ex fidanzato. La parlamentare del Movimento 5 Stelle, la quale non figura peraltro tra le otto “mele marce”,  ha formalmentie esposto denuncia nei confronti del suo ex: “Ha preso i soldi del fondo per le Piccole e medie imprese!” La decisione adottata da questo esponente grillina dovrebbe riuscire a salvarla dall’espulsione da parte del capo politico Luigi di Maio.

Giulia Sarti denuncia il suo ex: “Ha preso lui i soldi dei rimborsi.”

A quanto ha appreso l’Adnkronos da fonti interne al M5S, la deputata grillina Giulia Sarti sarebbe in queste ore in Questura per denunciare l’ex fidanzato colpevole, stando proprio a quanto sostenuto dalla parlamentare emiliana con lo staff del Movimento, di aver truccato la contabilità sui rimborsi da restituire al fondo per le Piccole e medie imprese facendola piombare nel calderone scoppiato in questi ultimi giorni della ‘rimborsopoli’ che ha colpito direttamente i parlamentari del Movimento fondato da Beppe Grillo e guidato adesso da Luigi Di Maio.

Giulia Sarti denuncia il suo ex: “Ha preso lui i soldi dei rimborsi.”

Giulia Sarti, che ieri non è stata affatto citata da Luigi Di Maio nell’elenco dei furbetti ma era stata indicata dagli inviati del programma televisivo di Mediaset ‘Le Iene’, avrebbe difeso a spada tratta il suo operato con i vertici, puntando il dito, tra le lacrime, contro il proprio ex fidanzato, il quale avrebbe sottratto circa 20mila euro dai soldi destinati ad essere restituiti a favore del fondo gestito dalla piattaforma Rousseau del Movimento. Una situazione davvero paradossale, ma che dovrebbe in qualche modo salvare la deputata dal provvedimento di espulsione.