Iscriviti
Genova

Genova, ubriachi in città: uno sputa sui poliziotti dicendo di avere il Covid, l’altro urina sulla volante

A Genova, due giovani ubriachi hanno fatto danni in città. Uno di essi ha sputato in faccia agli agenti asserendo di avere il Covid, mentre l'altro ha urinato sulle auto di servizio: vediamo nel dettaglio cosa è accaduto.

Notizie Curiose
Pubblicato il 10 dicembre 2020, alle ore 10:41

Mi piace
5
0
Genova, ubriachi in città: uno sputa sui poliziotti dicendo di avere il Covid, l’altro urina sulla volante

Non c’è mai fine al peggio, verrebbe da dire. Non solo ci si ubriaca e si commettono danni importanti, ma si reagisce in maniera vandalica anche contro chi come le forze dell’ordine, tentano di fermare i soprusi. E’ quanto accaduto a Genova, dove alcuni abitanti hanno segnalato alla polizia due ragazzi in evidente stato di ebbrezza, mentre sollevavano tombini e rovesciavano cassonetti della spazzatura, spargendone il contenuto.

I protagonisti della vicenda sono stati due giovanissimi italiani, uno di 23 anni e l’altro di 21. Grazie alla descrizione degli abitanti e al pronto intervento degli agenti, i due sono stati fermati mentre camminavano per strada e ubriachi distruggevano tutto ciò che gli capitava davanti agli occhi. Una volta intercettati e fermati però la storia non è finita, dato che i due devianti hanno reagito contro i poliziotti.

I ragazzi, ubriachi, hanno iniziato ad urlare tentando di riprendere la scena col cellulare e minacciando gli agenti di divulgare i video sui social. Le immagini avrebbero mostrato, a detta loro, i soprusi che stavano subendo in quel momento dalle forze dell’ordine. In particolare uno di essi ha reagito sferrando calci e pugni ad un poliziotto, il quale ha riportato ferite e lesioni.

Una volta in ospedale, è stato diagnosticato che l’agente guarirà entro 5 giorni. Il 23enne insieme al suo compagno è stato poi condotto, a fatica, in caserma. Arrivato in questura ha continuato ad avere un atteggiamento aggressivo. Il giovane si è rifiutato di fornire le proprie generalità, sputando in faccia ai presenti e soprattutto strumentalizzando un argomento di enorme sensibilità come il Covid.

Difatti, il ragazzo si è rifiutato di indossare la mascherina e ha asserito di essere positivo al Coronavirus, proprio mentre sputava in faccia agli agenti. Il suo compagno invece, fuori dalla caserma ha iniziato ad orinare sulle volanti della polizia e per questa ragione è stato multato. Nel mentre sono in corso le dovute indagini, per valutare i danni commessi dai due e sporgere poi la dovuta denuncia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Personalmente credo che atti come questi, vadano puniti pesantemente a prescindere dall'entità del danno commesso. Trovo poi che in un periodo difficile come questo che il mondo intero sta vivendo, creare queste difficoltà assolutamente evitabili, sia una cosa ancor più grave. Reputo inqualificabile il comportamento dei due giovani e provvidenziale l'intervento delle forze dell'ordine.

Lascia un tuo commento
Commenti
Marilena Carraro
Marilena Carraro

25 dicembre 2020 - 12:08:29

Tristezza!

0
Rispondi