Gabriel Garko confessa: “Sono stufo di smentire la leggenda sulla mia omosessualità” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 6 dicembre 2018, alle ore 10:33

Gabriel Garko confessa: “Sono stufo di smentire la leggenda sulla mia omosessualità”

Gabriel Garko ha voluto parlare della sua vita e della sua carriera al settimanale “Chi” spiegando i motivi del suo allontanamento dalle scene per qualche mese. Questo periodo, racconta Gabriel, è servito per ritrovare la serenità.

L’attore ha rivelato che in questo periodo sono cambiate tantissime cose nella sua vita sia dal punto di vista affettivo che da quello lavorativo: “Mi sono ritirato per un po’ dalle scene, e in questo periodo di ritiro mi sono finalmente ritrovato e sono più forte di prima”.

Gabriel Garko confessa: “Sono stufo di smentire la leggenda sulla mia omosessualità”

Gabriel Garko durante l’intervista parla anche della sua vita privata rivelando di aver ritrovato una pace interiore che prima dimenticava di avere, tutto questo grazie a delle persone molto vicine a lui e ai libri che ha letto sul pensiero e sulla fisica quantistica: “Ho tagliato via i rami secchi, ho messo virgole dove serviva un punto e vicino a me ho scelto di avere solo due tipi di persone: quelle con le quali sto bene e condivido tutto e quelle di cui beneficio a uso e consumo“.

Gabriel Garko confessa: “Sono stufo di smentire la leggenda sulla mia omosessualità”

Per quanto riguarda l’amore l’attore ha rivelato di essere piuttosto spaventato da questo sentimento così profondo ma mai come oggi non sa se è meglio darsi o egoisticamente ricevere basta: “Non mi importa nulla del tempo che passa e l’idea che uno debba sposarsi e fare figli entro una certa età per compiacere una parte della società, mi dispiace, ma non fa per me”.

Sulle sue storie d’amore circolava la voce che alcune erano contrattualizzate ma Garko ha voluto smentire tutte le dicerie, come lui stesso riferisce, di lui se ne sono dette di ogni e quindi non rimane meravigliato leggendo queste notizie sul suo conto, compresa la leggenda sulla sua omosessualità: