Fabrizio De André, “Parole e Musica di un Poeta”: lo speciale di Vincenzo Mollica a 20 anni dalla morte (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 11 gennaio 2019, alle ore 16:28

Fabrizio De André, “Parole e Musica di un Poeta”: lo speciale di Vincenzo Mollica a 20 anni dalla morte

Principe Libero, così lo chiamavano. De Andrè Fabrizio, quasi non serve dire il suo nome, perché il suo nome si ricorda automaticamente, è impresso nella memoria degli oltre 6 milioni di spettatori che ieri, 10 gennaio erano sintonizzati su Rai 1 alle 20.30 per lo speciale di Vincenzo Mollica dedicato all’intramontabile cantautore. Oggi 11 gennaio 2019 ricorrono i vent’anni dalla sua scomparsa, morì prima di compiere 59 anni. Un anno fa per il 19° anniversario dalla morte il film in due puntate sulla sua vita di artista e di uomo.

Fabrizio De André, “Parole e Musica di un Poeta”: lo speciale di Vincenzo Mollica a 20 anni dalla morte

Cresciuto nell’ambiente semplice e contadino della Cascina dell’Orto, inizia ad appassionarsi molto alla musica, in particolare al violino con l’avvio delle scuole medie. Ma è nel 1954 che inizia a suonare la chitarra, strumento che non abbandonerà più per il resto della sua vita. Ragazzo anticonformista dopo aver frequentato un duro liceo classico inizia l’università iscrivendosi dapprima a Lettere, poi alla facoltà di Medicina per orientarsi infine sulla Giurisprudenza che abbandona a una manciata di esami dalla laurea.

Fabrizio De André, “Parole e Musica di un Poeta”: lo speciale di Vincenzo Mollica a 20 anni dalla morte

Nel 1958 il suo primo disco, ed ecco che fa della musica la professione della sua vita. Dopo il primo matrimonio da cui nasce il figlio Cristiano, è Dori Ghezzi la donna che gli starà a fianco, sua musa e sostegno, compagna con la quale vivrà anche il terribile rapimento in Sardegna.
Le canzoni di De Andrè vengono ricordate per il loro ritmo abilmente orchestrato da chitarre e violini, e per le parole, versi in rima, che senza musica sarebbero poesie vere e proprie meritevoli di stare nei testi della letteratura Italiana.