Fabrizio Corona: “la verità sul mio corpo” dopo il dente caduto a Verissimo. Il web è sconvolto! (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 22 gennaio 2019, alle ore 15:15

Fabrizio Corona: “la verità sul mio corpo” dopo il dente caduto a Verissimo. Il web è sconvolto!

Fabrizio Corona, durante un’intervista ammette di essere completamente rifatto

Fabrizio Corona, in un’intervista al Corriere della Sera, ha svelato delle importanti novità riguardo la sua persona. Ha parlato del carcere, dei suoi guai, del suo libro, del suo carattere, del suo lavoro e del suo fisico. Alcune sue dichiarazioni hanno sorpreso i suoi fans.

Ogni volta che Fabrizio Corona rilascia delle dichiarazioni scoppiano numerose polemiche, e quelle rilasciate al famoso giornale non sono escluse.

Fabrizio Corona: “la verità sul mio corpo” dopo il dente caduto a Verissimo. Il web è sconvolto!

Dopo essere stato ospitato nella trasmissione ‘Verissimo’ condotta da Silvia Toffanin su Canale 5, dove ha fatto ridere l’Italia intera quando ha perso un dente davanti alle telecamere di Mediaset, Fabrizio Corona è stato intervistato dal Corriere della Sera, dove ha raccontato altri dettagli sua vita privata. La vita che conduce l’ex re dei paparazzi non può essere definita tranquilla. Infatti ha dichiarato di portare ancora dentro i segni di una vita piena di arresti, casini, lavoro.

Fabrizio Corona: “la verità sul mio corpo” dopo il dente caduto a Verissimo. Il web è sconvolto!

L’ex re dei paparazzi ha rilasciato alcune dichiarazioni sul proprio aspetto, che lui stesso definisce di essere il più bello d’Italia, che non sono di certo passate inosservate. Corona ha ammesso di essere rifatto dalla testa ai piedi e i suoi fans sono sconvolti perché non sembra per nulla rifatto, ha ammesso di essere  più volte ricorso alla chirurgia estetica per sistemare qualche difettuccio: “Ogni due o tre mesi faccio Botox, filler e trattamenti vari. Io lavoro con la mia immagine. Sono rifatto completamente, anche se non si vede. Però, se ti metti filler e Botox e hai le cartelle cliniche, devi ricontrollarli.”