E’ morto il milionario che dopo aver scoperto di avere un cancro ha dato tutti i suoi soldi in beneficenza (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 1 giugno 2018, alle ore 20:23

E’ morto il milionario che dopo aver scoperto di avere un cancro ha dato tutti i suoi soldi in beneficenza

Sono notizie rare, ma quando escono fa piacere leggerle. Quando una persona fortunata dà i suoi soldi in beneficenza è sempre bello, sono quelle notizie che ‘ci scaldano il cuore’. La storia che stiamo per raccontarvi, però, ha anche dei contorni tragici. Il protagonista è un giovane australiano di nome Ali Banat, di una famiglia ricchissima. Purtroppo ora Ali non c’è più. Nel 2015 gli è stato diagnosticato un cancro incurabile. Questa notizia lo ha ‘spinto’ a fare un uso dei propri soldi che ha fatto felici molte persone.

E’ morto il milionario che dopo aver scoperto di avere un cancro ha dato tutti i suoi soldi in beneficenza

Inizialmente ad Ali era stato detto che gli rimanevano sette mesi di vita, ma è riuscito a ‘sopravvivere’ per più di due anni più del previsto. Prima della diagnosi, Ali viveva circondato dal lusso: macchine veloci, vestiti firmati e tanti tanti possedimenti materiali. Indossava solo abiti Louis Vitton e possedeva un braccialetto del valore di oltre 40.000 euro. Una delle sue auto era una Ferrari Spider, prezzo: oltre 400.000 euro. Insomma, per gli amanti del lusso la sua era una vita ‘perfetta’.

E’ morto il milionario che dopo aver scoperto di avere un cancro ha dato tutti i suoi soldi in beneficenza

Poi da quando ha capito che la sua esistenza presto si sarebbe spenta, ha deciso di trasformarsi in filantropo. Ha fondato la organizzazione benefica ‘Muslims Around the World’ (Musulmani in giro per il Mondo) che ha raccolto oltre 700.000 euro, cifra che sta continuando a salire di giorno in giorno. Questi soldi andranno ai tanti Musulmani poveri nel Mondo. Insomma Ali ha deciso di fare qualcosa di estremamente positivo nei suoi ultimi mesi di vita, forse dopo aver capito che il lusso in cui viveva non era poi così ‘importante’.