Due testimoni rivelano importanti dettagli sulla morte di Lady D: “Non fu un incidente” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 29 maggio 2019, alle ore 15:20

Due testimoni rivelano importanti dettagli sulla morte di Lady D: “Non fu un incidente”

Sono passati quasi 23 anni da quel fatidico 31 agosto del 1997, eppure la morte di Lady Diana, una delle reali più amate di sempre, è avvolta ancora da una patina di mistero. In questi giorni, due nuovi testimoni hanno fornito importanti dettagli su quel presunto incidente. Robin e Jack Firestone quella notte erano presenti nel tunnel dell’Alma di Parigi, luogo in cui morirono la principessa Diana, Dodi Al Fayed ed un uomo della scorta, Herni Paul

Due testimoni rivelano importanti dettagli sulla morte di Lady D: “Non fu un incidente”

A riportare le loro dichiarazioni è il tabloid britannico Daily Expres: “Nessuno volle ascoltarci. All’epoca la polizia ci disse che c’erano già abbastanza testimoni per ricostruire l’incidente”
“Eravamo sbalorditi. Una delle donne più famose del mondo viene uccisa e non volevano far parlare i testimoni”.
Ma nonostante questo, Jack e Robin non si sono mai rassegnati al silenzio ed ora hanno deciso di parlare della notte dell’incidente e di alcuni elementi che non combacerebbero con la dinamica ufficiale.

Due testimoni rivelano importanti dettagli sulla morte di Lady D: “Non fu un incidente”

La notte in cui morì Lady Diana, i due testimoni erano sulla loro auto insieme al figlio, all’epoca undicenne, quando all’improvviso un’auto ebbe un terribile incidente dinanzi ai loro occhi. Inizialmente non avevano compreso che a bordo di quel veicolo ci fosse la nobile inglese. Lo scoprirono il giorno dopo, guardando il tg. A quel punto i due si recarono dalle forze dell’ordine per rilasciare la propria deposizione.