Doppia genitorialità: Manfredi è il primo bambino con due mamme registrato al Comune di Milano (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 4 giugno 2018, alle ore 11:46

Doppia genitorialità: Manfredi è il primo bambino con due mamme registrato al Comune di Milano

Il 2 Giugno, Festa della Repubblica Italiana, è nato Manfredi con due settimane di anticipo. Manfredi è il primo bambino registrato al Comune di Milano a cui è stata riconosciuta la doppia genitorialità. Formalmente, il neonato ha due mamme. Francesca e Corinna sono una coppia gay ed è come una delle tante famiglie tradizionali italiane, il Comune di Milano ha accolto la loro richiesta per il riconoscimento della doppia genitorialità. Corinna è una ragazza di 35 anni nata a Mazara del Vallo in Sicilia ed è laureata in Scienze della

Doppia genitorialità: Manfredi è il primo bambino con due mamme registrato al Comune di Milano

Comunicazione a Milano, ha anche fatto due anni di specializzazione in giornalismo a Parigi, nell’istituto Français de Presse ed inoltre ha una Laurea Magistrale all’Università Cattolica. Ora lavora come publisher in Teads e la sua compagna Francesca ha origini napoletane ed ungheresi, ha 36 anni, si è diplomata in un liceo americano internazionale a Budapest, in Italia si è laureata in Scienze della Comunicazione allo IULM a Milano ed ha conseguito un master in amaramente all’Università Bocconi. Ora lavora come responsabile media planning presso un’azienda televisiva. Occhi celesti, chioma bionda,

Doppia genitorialità: Manfredi è il primo bambino con due mamme registrato al Comune di Milano

assieme alla sua Corinna forma una famiglia molto speciale. Le due ragazze si sono conosciute un sabato qualunque in un pub sui Navigli di Milano. Corinna ha raccontato: “Francesca è stata come un’apparizione, il classico colpo di fulmine. Non appena ho incrociato il suo sguardo ho capito che dovevo conoscerla. Così ho convinto un mio amico a urtarla volontariamente per poi poterle chiedere scusa e farle il terzo grado. Prima domanda: sei americana? Seconda: sei fidanzata? Terza: Sei etero?”. Al no di Francesca, la gioia (e il grido) di Corinna.