Dire parolacce fa bene alla salute, lo conferma la scienza! (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 17 aprile 2018, alle ore 13:31

Dire parolacce fa bene alla salute, lo conferma la scienza!

Non sarà certo educato ma dire le parolacce fa bene alla salute e più la parolaccia è tabù, più si rafforza la sicurezza interiore. Le parolacce possono migliorare la propria condizione psichica, secondo gli psicologi, può aiutare a controllare e gestire le emozioni e il dolore.

È stata condotta una ricerca dal dottor Richard Stephens, un docente della Keele University che ha confermato che l’uso di parolacce può rendere l’individuo più forte e sicuro di sé. Anche se è vero che bisogna insegnare ad un bambino arrabbiato di essere educato, in certi casi, una parolaccia aiuta a sopportare il dolore.

Dire parolacce fa bene alla salute, lo conferma la scienza!

Secondo un esperimento condotto da alcuni volontari ai quali veniva chiesto di tenere una mano su una lastra di ghiaccio, si è dimostrato più utile ripetere un insulto anziché una parola semplice per resistere allo stress del freddo. L’ideatori del test hanno pensato che ci fosse un collegamento che provocasse una reazione acuta da stress all’endorfina che contribuisce all’analgesia indotta dallo stress. Ma questo studio è stato smentito da un ulteriore studio che ha dimostrato che non c’è nessuna reazione fisico-chimica legata alla reazione che una parolaccia provoca nel cervello di un individuo.

Dire parolacce fa bene alla salute, lo conferma la scienza!

Il test consisteva nel pedalare a lungo fino ad essere senza forze e poi per trenta secondi veniva aumentata la resistenza e bisognava pedalare ripetendo in maniera ossessiva una parolaccia. Dopo veniva fatta la stessa prova ma ripetendo una parola neutra. Si è dimostrato che imprecando ha permesso una performance migliore ma senza nessun cambiamento fisico o una reazione del corpo. Si è concluso lo studio affermando che dire le parolacce ha un potere molto utile, ovviamente se vengono pronunciate nelle giuste situazioni.