Iscriviti
Bologna

Bologna: cinema all’aperto in piazza, ma qualcuno proietta un film a luci rosse

A Bologna un gruppo di ragazzi 20enni ha messo in atto una bravata in piena regola, proiettando sul maxi - schermo un film a luci rosse: ecco i fatti.

Notizie Curiose
Pubblicato il 24 luglio 2020, alle ore 13:29

Mi piace
1
0
Bologna: cinema all’aperto in piazza, ma qualcuno proietta un film a luci rosse

Bologna – Piazza Maggiore è stata lo scenario inconsapevole di una bravata che farà parlare ancora molto. Un gruppetto di ragazzi 20enni ha pensato bene di mettere in atto un fuori programma destinato a far discutere parecchio, ed è successo sul mega schermo che ospita la rassegna “Sotto le stelle del Cinema“.

Inizialmente si pensava che questa bravata fosse stata messa in pratica proprio durante la serata, invece dal racconto dei Carabinieri si viene a sapere che la platea era deserta quando sul maxi – schermo hanno iniziato a scorrere immagini che poco lasciavano alla fantasia. Un film a luci rosse con scene esplicite e filmate in ogni minimo dettaglio possibile e immaginabile.

Proiettato un film a luci rosse sul mega schermo di Piazza Maggiore

Tutto ciò è avvenuto durante la notte, quando i presenti avevano terminato di guardare un’opera di Tarkovskij. Secondo quanto raccontato dai Carabinieri, intorno alle 2.10 una pattuglia del Nucleo Radiomobile, impegnata nella solita ronda di controllo, è stata fermata da una anziana signora molto agitata. La donna ha raccontato di essere scappata da Piazza Maggiore alla vista di quelle immagini sul maxi schermo.

Le forze dell’ordine non credevano alle loro orecchie e si sono immediatamente recate sul posto e, una volta arrivate, hanno potuto confermare la versione della signora. Bloccata immediatamente la proiezione, hanno individuato e sorpreso il responsabile, un ragazzo di 24 anni italiano che, in compagnia di una decina di amici, si stava gustando lo spettacolo in tutta serenità.

Il giovane, che ha proiettato il film tramite un computer, dovrà ora rispondere del reato di “Atti contrari alla pubblica decenza“. Quella che doveva essere solo una bravata, a questo punto e visto come si sono messe le cose, potrebbe trasformarsi in qualcosa di più serio e mettere nei guai i protagonisti della vicenda.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Potrebbe far sorridere una vicenda del genere e ricordare l'intramontabile sregolatezza del film "Amici Miei". Però bisogna anche considerare il fatto che certe immagini possano urtare la sensibilità di alcune persone, come la signora anziana che ha dato l'allarme e si è ritrovata a dover assistere ad uno spettacolo che non avrebbe mai scelto magari di guardare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!