Birra a rischio: a causa dei cambiamenti climatici, potrebbe sparire per sempre (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 16 ottobre 2018, alle ore 11:46

Birra a rischio: a causa dei cambiamenti climatici, potrebbe sparire per sempre

Non c’è niente di meglio che mettersi in piedi dopo una lunga e calda giornata estiva e godersi un bicchiere di birra ghiacciata, ma un clima che man mano si fa sempre più caldo, potrebbe causare carenze globali di orzo, con conseguente penuria di birra. Questa è la conclusione di un nuovo studio da poco pubblicato su Nature Plants.

I produttori di birra rappresentano circa il 17% del consumo di orzo in tutto il mondo, anche se varia da regione a regione, con la maggior parte delle colture raccolte come mangimi per il bestiame. Se l’orzo diventa troppo scarso, più di esso sarà incanalato verso il bestiame, poiché la birra è tecnicamente un bene di lusso. La carenza di orzo darà luogo a forti aumenti dei prezzi e corrispondenti diminuzioni dei consumi globali. Mentre gli amanti della birra più abbienti saranno ancora in grado di concedersi uno o due bicchieri, “Le condizioni climatiche e dei prezzi futuri potrebbero mettere la birra fuori dalla portata di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo“, ha spiegato il coautore dello studio Steven Davis dell’Università della California, Irvine.

Birra a rischio: a causa dei cambiamenti climatici, potrebbe sparire per sempre

Lo stesso Davis è un appassionato di birra e birraio, che viaggia spesso in Cina per collaborazioni di ricerca. Durante uno di questi viaggi un paio di anni fa, ha parlato con uno scienziato dell’Accademia agraria cinese delle scienze, che stava studiando la fornitura globale di birra. (La Cina è attualmente il più grande consumatore di birra e quindi verrebbe colpita duramente da una grave carenza di orzo.) Hanno deciso di collaborare ad uno studio per studiare l’impatto dei cambiamenti climatici sulla birra, collaborando con altri ricercatori nel Regno Unito e in Messico.

I birrai iniziano il processo esponendo il grano all’umidità in modo che germini, convertendo gli amidi in zuccheri. Quando i livelli di zucchero sono giusti, arrostiscono i cereali, dando luogo al malto per dare il via alla fermentazione in birra. In linea di principio, qualsiasi grano può essere maltato: grano, segale, mais e riso. Ma per la birra, l’orzo è il re indiscusso perché germina rapidamente ed ha un sapore ricco quando viene arrostito.

Birra a rischio: a causa dei cambiamenti climatici, potrebbe sparire per sempre

Mentre i birrai occasionalmente sperimentano l’aggiunta di riso o frumento alle loro birre, “Di solito è disapprovato come imbottitura“, dice Davis. “I puristi vogliono che una birra lavorare con orzo“. Persino le birre di frumento sono ancora prevalentemente in orzo. Gli agricoltori di orzo nel Montana stanno già avvertendo l’impatto di un clima più caldo, sebbene siano più propensi a parlare pubblicamente di “clima imprevedibile” o “estati più secche e calde” in quella roccaforte repubblicana piuttosto che dei “cambiamenti climatici” politicamente responsabili. Stanno lottando per far crescere i raccolti di orzo in condizioni più frequenti di siccità grave e calore estremo.