Antonella Clerici in pericolo, la denuncia del compagno: “Ha rischiato di morire” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 31 ottobre 2018, alle ore 13:47

Antonella Clerici in pericolo, la denuncia del compagno: “Ha rischiato di morire”

In questi giorni l’Italia è stata invasa da una violentissima ondata di maltempo ed ha messo in ginocchio gran parte della Penisola provocando 12 vittime. Antonella Clerici ha rischiato di morire, lo ha riferito il suo compagno Vittorio Garrone, la conduttrice Rai ha rischiato la vita a causa della manutenzione ordinaria e straordinaria di alcune strade. Secondo quanto raccontato, la Clerici stava tornando dagli studi milanesi della RAI dopo la prima puntata di Portobello quando sulla strada che collega le Valli Spinti e Borbera (nel novenese), sono caduti dei massi dal cavalcavia.

Antonella Clerici in pericolo, la denuncia del compagno: “Ha rischiato di morire”

Si è sfiorata addirittura la tragedia, la Clerici stava percorrendo quel tratto di strada poco prima di fare ritorno nella sua nuova casa in Piemonte dove ora vive con l’imprenditore.

Portobello, Antonella Clerici rischia la vita: maltempo, macigni sulla strada pochi minuti dopo il passaggio

Antonella Clerici ha vissuto attimi di paura a causa del maltempo, era in compagnia di sua figlia Maelle quando stava attraversando una strada durante il nubifragio. Molti fan si sono allarmati dal momento che è una delle conduttrici più seguite e la sua salute sta a cuore a molti spettatori.

Antonella Clerici in pericolo, la denuncia del compagno: “Ha rischiato di morire”

Il suo compagno, Vittorio Garrone che ha una casa ad Arquata, lo segnala da parecchi anni ed ha voluto denunciare l’accaduto: “La strada è di pertinenza dei Comuni di Arquata e Vignole Borbera, i sindaci dicono che non hanno soldi, però…“. Garrone termina poi con un discorso che in qualche modo lo rincuora: “Se penso che Antonella ci è passata, proprio di lì, per venire a casa, ieri al ritorno dalla Rai di Milano (dove dalla scorsa settimana, conduce “Portobello”.