Iscriviti

Ancona: torna a casa ubriaco e suona il citofono a ripetizione, ma non abitava più lì

L'alcol causa sempre problemi e danni, giocando brutti scherzi. La storia che vede protagonista un giovane 25enne è davvero emblematica e rappresentativa in tal senso. Vediamo cosa è successo

Notizie Curiose
Pubblicato il 14 dicembre 2020, alle ore 11:35

Mi piace
5
0
Ancona: torna a casa ubriaco e suona il citofono a ripetizione, ma non abitava più lì

I fumi dell’alcol possono creare situazioni davvero imbarazzanti e fastidiose. Oltre ai soliti incidenti, le persone in stato di ebbrezza non si rendono minimamente conto dei rischi che creano. Pochi giorni fa a Carpi, un uomo, sempre in preda all’alcol, fermato per un controllo dalla polizia, ha fornito la tessera Coop invece dei documenti d’identità. La storia qui presente ha davvero dell’incredibile, ma mostra quanto l’alcol possa nuocere, non solo a se stessi, ma anche ad altri. 

Ad Ancona, un 25enne ha cominciato a suonare in maniera insistente al citofono dell’abitazione, convinto evidentemente che quella fosse casa sua. Peccato che l’uomo, in preda all’alcol, non si fosse reso conto di aver sbagliato appartamento ed è stato sanzionato per ubriachezza molesta dagli abitanti della casa dove ha continuato a citofonare con una certa insistenza. 

Il fatto accaduto si svolge a Collemarino, nella giornata di mercoledì 9 dicembre, quando il 25enne di origini argentine ha suonato ripetutamente al suo vecchio indirizzo di casa, pensando fosse il suo luogo di abitazione, ma l’alcol, si sa, fa strani scherzi. A quel punto, gli inquilini, stanchi di essere infastiditi e disturbati da questa persona che non sapevano chi fosse, hanno contattato immediatamente i Carabinieri. 

Le forze dell’ordine sono giunte immediatamente sul posto sanzionando il 25enne per disturbo alla quiete pubblica e ubriachezza molesta. Non è la prima volta che l’alcol semina disturbo e crea danni. Un altro episodio, sempre con l’alcol in corpo, è accaduto a una donna alcuni giorni fa, denunciata per guida in stato di ebbrezza. 

La donna, mentre con la sua auto percorreva la carreggiata, è andata a sbattere con dei panettoni di cemento. Fortunatamente, ne è uscita illesa, mentre la sua macchina ha subito dei seri danni. Sul posto sono arrivati i militari che si sono immediatamente resi conto dello stato in cui versava la donna. Sottoposta ad alcol test, è risultata con un tasso alcolemico di 1.47 con ritiro immediato del mezzo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Incredibile davvero come l'alcol possa ledere così tanto, non solo agli altri, ma anche a se stessi. La storia del 25enne è davvero esemplare in quanto mostra come i fumi dell'alcol frenino qualsiasi tipo di inibizione al punto da non rendersi nemmeno conto di ciò che si sta facendo. Nel secondo caso, la donna è stata fortunata, in quanto è riuscita a salvarsi. Speriamo abbia capito la lezione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!