Allerta Meteo, è emergenza in tutt’Italia: scuole chiuse, frane e allagamenti. I meteorologi: “È solo l’inizio” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 29 ottobre 2018, alle ore 10:13

Allerta Meteo, è emergenza in tutt’Italia: scuole chiuse, frane e allagamenti. I meteorologi: “È solo l’inizio”

Allerta maltempo, la situazione è drammatica. Il maltempo sta coinvolgendo tutta l’Italia con raffiche di vento che superano i 100 km/h, violenti temporali e piogge torrenziali in molte località d’Italia.

 Nella notte il ciclone Mediterraneo si è formato e si è battuto soprattutto in Sardegna per poi raggiungere la Toscana, nel Nord Italia a ridosso dei rilievi, sta piovendo in maniera consistente. Precisiamo che il ciclone Mediterraneo non è un uragano ma una profonda area di bassa pressione proveniente dall’Algeria, questo causa una perdita di pressione atmosferica.

Allerta Meteo, è emergenza in tutt’Italia: scuole chiuse, frane e allagamenti. I meteorologi: “È solo l’inizio”

Gran parte dell’Italia del Nord è investita da venti umidissimi, pioggia severa ma non solo, nelle zone più esposte si prevedono raffiche di vento. A Venezia è attesa un’eccezionale marea con acqua alta che potrebbe allagare la città, il vento potrebbe superare i 50 km/h di raffica nelle zone appenniniche, nei mari centro-occidentali invece sono attese burrasche con moto ondoso che nella fine della giornata potrebbe diventare grosso.

Secondo i centri meteo, onde di tempesta raggiungeranno il mare della Sardegna e supereranno i 9 m, gran parte delle Coste Italiane sono esposte dai venti meridionali e si potrebbe assistere ad una eccezionale mareggiata.

Allerta Meteo, è emergenza in tutt’Italia: scuole chiuse, frane e allagamenti. I meteorologi: “È solo l’inizio”

La pioggia insistente potrebbe abbattersi in Liguria, nella Toscana, nelle alte pianure della Lombardia e nella fascia Prealpina. Il governatore del Veneto ha chiesto lo stato di mobilitazione,  la situazione sta diventando sempre più seria e la pioggia potrebbe peggiorare la situazione. In molte località della regione, le scuole e le università sono chiuse.

La Protezione Civile italiana ha esposto l’allerta meteo fino a livello massimo, ovvero quello rosso su alcune aree per un rischio idrogeologico causato dalle piogge intense.