Acqua e infarti: alcune informazioni che possono salvare la vita! (1 di 3)

Notizie Curiose
Pubblicato il 15 maggio 2018, alle ore 16:15

Acqua e infarti: alcune informazioni che possono salvare la vita!

Siamo fatti per il 70% di acqua. Quindi è necessario berne in grandi quantità ogni giorno per avere un organismo sano. Molti consigliano di berne almeno 8 bicchieri, altri almeno 2 litri. Quel che è certo è che ognuno dovrebbe bere ogni volta che ha sete senza preoccuparsi di bere troppa, perché non è mai abbastanza. Quando l’urina diventa completamente trasparente, allora vuol dire che si sta bevendo un po’ troppo. Ma da qui a dire che è un ‘problema di salute’ ce ne passa.

Acqua e infarti: alcune informazioni che possono salvare la vita!

Ci sono persone che non vogliono bere acqua prima di andare a letto, perché hanno ‘paura’ di risvegliarsi nel cuore della notte per andare in bagno. Un dottore ha chiarito questa ‘preoccupazione’, affermando che esiste una gravità cardiaca che trattiene l’acqua nella parte inferiore del corpo. Quando siamo sdraiati, la parte inferiore del corpo è più vicina ai reni e allora i reni eliminano l’acqua, perché è più facile.

Acqua e infarti: alcune informazioni che possono salvare la vita!

Bere acqua serve anche a rimuovere le tossine dal corpo tramite l’urina. Ci sono dei momenti specifici della giornata in cui è fondamentale bere acqua. Ad esempio appena svegli è cosa buona e giusta bere due bicchieri d’acqua: così facendo aiutiamo gli organi a ‘riattivarsi’ dopo qualche ora di sonno. Bere mezz’ora prima dei pasti è altrettanto importante perché aiuta la successiva digestione. Così come bere un bicchiere prima di andare a dormire è un modo semplice ed efficace per abbassare il rischio di ictus e attacchi cardiaci.