6 cose che non dovresti MAI gettare nello scarico del lavandino! (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 5 marzo 2018, alle ore 15:02

6 cose che non dovresti MAI gettare nello scarico del lavandino!

Ci sono alcune cose che non andrebbero mai gettate nel tubo di scarico. Che si tratti del lavello della cucina, del lavandino del bagno o della doccia non importa. Semplicemente è meglio raccoglierle e gettarle nell’immondizia. A lungo andare, infatti, possono letteralmente bloccare il tubo di scarico. Quando questo succede, l’acqua scende molto lentamente e l’unica soluzione è chiamare l’idraulico.

Un esempio banalissimo? La pasta e il riso. A volte può capitare che lavando i piatti, qualche pezzo di pasta o chicco di riso cada giù nel tubo. Dopo qualche ora, questo tipo di cibo si gonfia con l’acqua e quindi occupa più volume, rendendo il tubo più intasato di prima.

6 cose che non dovresti MAI gettare nello scarico del lavandino!

Un altro nemico giurato dei tubi di scarico sono i capelli. Probabilmente sono la causa primaria dei tubi intasati in tutto il Mondo. In particolare se in casa c’è qualcuno con i capelli lunghi, il problema è comunissimo. I peli che cadono giù il tubo, oltre a intasarlo, agiscono come una sorta di ‘rete’ per altri ‘rifiuti’ simili, che vengono ‘intrappolati’ e peggiorano l’ingorgo. Per evitarlo sul nascere bastano pochi semplicissimi accorgimenti. Ad esempio basta spazzolare i capelli prima di fare la doccia e gettare quelli che cadono nell’immondizia. EASY!

6 cose che non dovresti MAI gettare nello scarico del lavandino!

Molta gente pensa: “Che sarà mai un pezzettino di carta che va a finire nel tubo di scarico?” e quindi non si preoccupano se succede con il bollino di un frutto o con altri tipi di adesivi. La verità è che a lungo andare il problema può verificarsi anche con oggetti così piccoli. Quindi se vi capita di trovare un adesivo di qualsiasi genere in cucina, è meglio gettarlo nell’immondizia. Oltre al fatto che la parte posteriore è piena di colla, alcuni sono fatti di materiali che hanno bisogno di tempi biblici per decomporsi.