Iscriviti

"SOS cane sul balcone": il nuovo servizio per soccorrere gli animali

L'AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, lancia un nuovo servizio per soccorrere animali in difficoltà. Ogni cittadino potrà contattare questa associazione animalista per cercare di salvare animali in stato di abbandono.

Natura e Animali
Pubblicato il 5 luglio 2017, alle ore 12:32

Mi piace
22
0
"SOS cane sul balcone": il nuovo servizio per soccorrere gli animali
Pubblicità

L’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, in questa stagione estiva ha lanciato una vera e propria “guerra” contro l’abbandono degli animali ed ha attivato un servizio specifico – “SOS cane sul balcone” – per salvare in particolar modo cani, abbandonati sotto il sole, in giardino con un legaccio piuttosto corto oppure, peggio ancora, su un balcone esposto al sole, una situazione che sempre più spesso va verificandosi.

I dati presi in considerazione dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente sono piuttosto allarmanti: bisogna riflettere sul fatto che ben due milioni di cani, durante le vacanze estive, sono lasciati in uno stato di abbandono legati alla catena, di cui la metà può disporre solamente di una catena di meno di due metri di lunghezza, mentre sono ben 3.000 le segnalazioni che ogni anno giungono per cani lasciati sul balcone.

L’AIDAA interverrà dal 6 luglio con questo servizio che può essere usufruito tramite numero di telefono o via e-mail: nel primo caso sarà necessario fornire una descrizione dettagliata del luogo in cui il cane viene lasciato in stato di abbandono, mentre nel secondo caso è preferibile corredare la missiva di posta elettronica con delle fotografie in grado di descrivere visivamente lo stato del cane abbandonato.

Il servizio è stato ideato, come dice il titolo stesso, per salvare cani lasciati sul balcone, esposti al sole, senza né acqua né cibo, ma questo numero di emergenza è stato esteso anche per il soccorso di gatti e di altri animali in difficoltà durante il periodo estivo.

La persona che effettuerà la segnalazione dovrà descrivere nel dettaglio il luogo dove si trova l’animale in pericolo, perché l’AIDAA contatterà in ogni caso le forze dell’ordine o i Vigili del Fuoco, i quali, nel caso che i volontari dell’AIDAA non riescano a soccorrere l’animale, interverranno per raggiungere la bestiola in pericolo e darle i soccorsi di cui questa necessita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il servizio messo in funzione da AIDAA dal 6 luglio 2017 è indispensabile per mettere al sicuro animali in difficoltà, però la collaborazione dei cittadini è fondamentale affinché queste segnalazioni di emergenza siano efficaci: una collaborazione fra gli abitanti delle città ed i volontari animalisti dell'AIDAA potrebbe dare dei risultati fruttuosi in quanto ad animali abbandonati ed in difficoltà. La piaga dell'abbandono non si arresta e quindi c'è davvero bisogno di queste contromisure emergenziali.

Lascia un tuo commento
Commenti
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

06 luglio 2017 - 06:42:12

questa situazione è un'arma a doppio taglio perchè ci sono tanti imbecilli animalisti convinti che chiamano i carabinieri anche per niente.. a me capitò qualche anno fa e rimasi scioccata.. io che ho sempre vissuto con i cani..io che li tratto come fossero figli...

0
Rispondi