I veterinari svelano cosa fanno gli animali pochi istanti prima di morire e gli errori dei padroni (1 di 2)

Natura e Animali
Pubblicato il 12 settembre 2018, alle ore 10:18

I veterinari svelano cosa fanno gli animali pochi istanti prima di morire e gli errori dei padroni

Solo chi ha avuto o ha ancora un animale domestico può comprendere quanto sia grande l’amore che si prova verso i migliori amici dell’uomo. I cani, in particolar modo, riesco ad inserirsi nel nucleo familiare, adattandosi alle abitudini umane, al punto da essere considerato a tutti gli effetti un membro della famiglia.

Quando si avvicina il momento della loro morte, purtroppo, non ci si rassegna all’idea di perderli per sempre e, per quanto sia doloroso, spesso si commettono degli errori. Ecco cosa hanno dichiarato i veterinari.

I veterinari svelano cosa fanno gli animali pochi istanti prima di morire e gli errori dei padroni

I veterinari, che amano gli animali per scelta di vita, anche se non sono legati affettivamente con i loro pazienti pelosi, soffrono nel dover spesso mettere fine alle sofferenze di molti cani anziani. A tal proposito, il Daily Mail ha raccolto delle testimonianze di medici che hanno voluto svelare quale secondo la loro esperienza è il momento più difficile per un cane che sta morendo.

Inoltre, sono stati evidenziati anche gli errori che i rispettivi padroni, nel 90% dei casi, commettono proprio in quelli che sono gli ultimi istanti di vita del loro cucciolo.

I veterinari svelano cosa fanno gli animali pochi istanti prima di morire e gli errori dei padroni

“Ho chiesto al mio veterinario quale reputa essere la parte più dura del suo lavoro e mi ha risposto che è quando deve praticare l’eutanasia, ma i padroni nel 90% dei casi decidono di non assistere. Gli ultimi momenti degli animali in questo caso consistono nel guardarsi intorno cercando il proprio padrone e questo mi uccide”.

Questo tweet pubblicato dall’utente Jessi Dietrich fa subito capire uno degli errori più grandi dei padroni che egoisticamente non vogliono assistere alla perdita del loro cucciolo per avere un ricordo bello del loro compagno di giochi.