Iscriviti

ZMI Z1: il miglior feature phone con intelligenza artificiale, 4G, e GPS integrato

Xiaomi, grazie all'ennesimo brand partner, ha varato un nuovo feature phone - lo ZMI Z1 - con diverse chicche smart, maxi batteria, connettività 4G, GPS, doppia SIM, e persino l'intelligenza artificiale applicata alle traduzioni e ai comandi vocali.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 18 settembre 2018, alle ore 12:21

Mi piace
9
0
ZMI Z1: il miglior feature phone con intelligenza artificiale, 4G, e GPS integrato

Quando non si hanno grandi esigenze, si cerca un telefono di emergenza, o uno adatto (anche agli anziani), la parola magica è “feature phone“: in questo settore, attualmente dominato da Doro, e dai redivivi Nokia, da qualche tempo ha iniziato a farsi vedere anche Xiaomi, con alcuni brand partner. Tra questi, dopo Duoqin, è stata ZMI a presentare un nuovo terminale, lo (Xiaomi) ZMI Z1.

ZMI Z1 è un telefono (133.5 x 56.3 x 14 mm) che, nell’aspetto (anche grazie agli angoli arrotondati), ricorda vagamente i nuovi Nokia 3310: la colorazione grigia quasi nero canna di fucile dona al dispositivo una certa eleganza, esaltata anche dai pulsanti alfanumerici (supportati dal T9) raggruppati in 3 colonne, e posti sotto il display da 2.8 pollici, con risoluzione QVGA (240 x 320 pixel) e tecnologia LCD a colori (ottimo particolare, vista la presenza di giochini quali Tetris e Snake).

La scelta di un monitor non monocromatico si spiega anche con l’integrazione di una maxi batteria da 5.000 mAh, che consente allo ZMI Z1 di operare per diversi giorni, facendo anche da powerbank, grazie al reverse charge, per altri dispositivi ad esso collegati: sul retro, invece, è anche presente una fotocamera da 2 megapixel

Al suo interno, benché si parli di feature phone, le chicche smart non mancano di certo: lo ZMI Z1, oltre ad un centro nevralgico costruito attorno al processore Qualcomm MSM8905, a 512 MB di RAM e 4 GB (espandibili a 32) di storage, dispone di un localizzatore GPS, della connettività Wi-Fi, monta un modulo per il supporto al Dual SIM (con dual stand-by), in modo da separare l’ambito personale da quello lavorativo, ed è capace di connettersi ad internet in mobilità grazie al 4G cui viene permesso anche la gestione delle telefonate (tramite il protocollo VoLTE).

Curiosamente, o forse no, data la minutezza del monitor, è presente anche un assistente vocale AI, attivabile tramite il pad centrale circolare, cui chiedere informazioni e notizie o con cui controllare la domotica Mi Home, ed un traduttore universale che, basato sul riconoscimento vocale Orion Star Voice e sull’intelligenza artificiale Microsoft, si limita (per ora) a tradurre il cinese il 16 altre lingue differenti. 

Reduce dall’ennesima campagna di crowdfunding di successo, lo ZMI Z1 sbarcherà sui siti degli e-store asiatici tra non molto, ad un prezzo di circa 45 euro (pari a 349 yuan).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che lo ZMI Z1, tra i sempre più numerosi feature phone che stanno tornando in campo, è forse il migliore: non è noto che genere di sistema operativo proprietario possa montare, e se supporterà anche WhatsApp o WeChat (più probabile), ma ha la possibilità di navigare anche velocemente, facendo foto, girando video, il tutto senza preoccuparsi della batteria. Molto bella la presenza di giochini vintage, di un traduttore universale, e di un assistente vocale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!