Iscriviti

Wiko Y81: ultralow cost, con maxi autonomia, Simple Mode e ampio display

Ormai pronto, è stato inserito nel listino online l'imminente entry level Y81 della cino-francese Wiko che propone, come sua peculiarità cardine, un'ampia autonomia assicurata dal ricorso ad Android 10 Go Edition, e a specifiche hardware poco esigenti.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 19 agosto 2020, alle ore 00:43

Mi piace
6
0
Wiko Y81: ultralow cost, con maxi autonomia, Simple Mode e ampio display

Anche la “francese” Wiko (ormai parte del gruppo cinese Tinno Mobile), al pari di Cubot, ha annunciato uno smartphone economico che, in veste di Wiko Y81, va ad occupare, invece, la fascia bassa del mercato, stuzzicato dalla proposta di un device dall’autonomia di circa 2 giorni, ottenuta grazie ad una scheda tecnica a dir poco essenziale.

Wiko Y81 (157.9 x 76.1 x 8.3 mm), il cui esordio è schedulato a breve, secondo un listino di 109.99 euro, è un vivace (nelle colorazioni oro, blu profondo, e verde) entry level il cui frontale alloggia la selfiecamera da 5 megapixel (abbellimento del viso) in un’insenatura a V, in ragione della quale il display diventa un V-Shape LCD IPS da 6.2 pollici, risoluto in HD+ (270 PPI). 

Sul retro, è presente un sensore da 13 megapixel (bilanciamento del bianco, zoom digitale 4x), coadiuvato dal Flash LED, che registra video a 1080p@30fps, grazie all’app Camera Go di Google, per altro inclusiva di Google Lens, con conseguente ricerca, traduzione, e pronuncia vocale del testo scansionato (se tradotto): la presenza a bordo dell’app Gallery Go, invece, permette di esportare sul cloud, con spazio illimitato, i propri scatti, senza compromettere i 32 GB di storage previsti, comunque espandibili (+ 256 GB) via microSD, mettendoli totalmente a disposizione delle app, o magari di ben 300 album musicali di qualità HD. 

Animato dall’assai poco esigente Android 10 in Go Edition, il Wiko Y81 opta per il processore quadcore (1.8 GHz) MediaTek Helio A20 (MT6761D) e per la GPU PowerVR GE6300, ambedue supportati da 2 GB di RAM: grazie alla possibilità di attivare la “Simple Mode“, raggruppa e riordina in una medesima schermata i contatti principali, le app predilette, e le impostazioni di cui si ha bisogno con maggior frequenza, diventando quasi una sorta di “Senior phone”. 

Connesso al web via 4G (cat.4) e Wi-Fi n, il Wiko Y81 mette in campo anche il localizzatore GPS, un jack da 3.5 mm, e una microUSB 2.0 con la quale procedere alla ricarica della batteria, da 4.000 mAh

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non ci siamo. Apprezzo l'idea di voler proporre uno smartphone a poco con funzionalità bene o male complete: capisco anche che per tale scelta si debba giungere a qualche compromesso. Ma con il Wiko Y81, seppur ottimamente configurato dalla Go Edition di Android 10, è difficile andare oltre le routine essenziali e ciò, in considerazione di quanto offrono abitualmente diversi marchi cinesi, non lo mette certo in condizioni di diventare un best buy.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!