Iscriviti

Wiko Y60 ed Alcatel Avalon V: smartphone low cost "francesi" per i neofiti di Android

Il panorama degli smartphone low cost, da oggi, ha due nuovi protagonisti, nelle francesi Wiko ed Alcatel (su base TCL), alle quali si devono i rispettivi annunci dei Wiko Y60 ed Alcatel Avalon V, ideali per chi si avvicina per la prima volta al mondo Android.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 19 aprile 2019, alle ore 10:06

Mi piace
6
0
Wiko Y60 ed Alcatel Avalon V: smartphone low cost "francesi" per i neofiti di Android

La giovane azienda francese Wiko, già autrice del primo smartphone con un motore di ricerca non Google, ha appena sfoderato un telefono Android low cost, il Wiko Y60, ideale per chi si avvicina per la prima volta al mondo del robottino verde, e per gli anziani. A stretto giro, è arrivata la replica della connazionale Alcatel (i cui telefoni sono sviluppati dalla cinese TCL) con l’altrettanto accessibile Alcatel Avalon V.

Wiko Y60 (146.8 x 71.8 x 9.3 mm, per 177.7 grammi), presente sia in colorazioni con riflessi cangianti (Gradient Bleen, Gradient Dark Blue), che non (Gold), ma privo di scanner biometrico, si presenza senza alcun notch, includendo il display IPS da 5.45 pollici, con risoluzione FWVGA+ (197 PPI), dietro un vetro 2.5D leggermente curvo ai lati, ed entro due cornici verticali piuttosto spesse. Di queste, quella superiore ospita una selfiecamera da 5 megapixel con abbellimenti degli autoscatti, ed applicazione in tempo reale di filtri e sfocature

Sul retro, invece, un semaforo verticale in alto a sinistra alloggia il Flash LED ed un’altra fotocamera mono da 5 megapixel, capace di video a 1080p@30fps, con zoom digitale 4x. Nel mezzo, il Wiko Y60 propone un processore Mediatek quad-core (1.3 GHz) MT6739WA ed una scheda grafica IMG PowerVR GE8100: la RAM, da 1 GB, e lo storage espandibile (a 128 GB) da 16 GB trovano giustificazione nell’adozione, quale OS, di una versione GO Edition di Android Pie 9.0, dotata anche di una Simple Mode per accentrare, in un’unica schermata, impostazioni, contatti, e applicazioni principali. 

Il valido comparto connettività del Wiko Y60, con GPS, Wi-Fi n, Bluetooth 4.2, 4G/LTE cat.4, jack da 3.5 mm con Radio FM, microUSB 2.0 per la ricarica della batteria, da 2.500 mAh, non impattano sul prezzo di distribuzione, tarato a 79.99 euro, con tanto di accompagnamento di una folta pattuglia di accessori ufficiali (venduti a parte) come vetri temperati, custodie siliconiche trasparenti, o custodie a portafoglio per attenzionare le notifiche. 

Distribuito negli USA da Verizon, a 99.99 dollari, arriva il nuovo Alcatel Avalon V, cadenzato in griglio scamosciato con una finitura posteriore “soft suede” che simula la pietra arenaria: il nuovo arrivato è sempre privo di notch e, quindi, si avvale di un aspetto panoramico 18:9 per il display FWVGA + da 5.34 pollici, posto sotto la selfiecamera da appena 2 megapixel. Va meglio sul retro, ove la monocamera, posta sopra il Flash LED, arriva a 5 megapixel.

Il processore, sempre quad-core (1.4 GHz) è fornito da Qualcomm, in veste di Snapdragon 425, ed abbinato a 2 GB di RAM e 16 GB di storage (espandibile a 32 GB). All’interno del peso del device, pari a 156 grammi circa, rientra anche la batteria, da 2.480 mAh, suscettibile di una giornata quasi di operatività base, quando abbinata alle funzionalità di risparmio energetico Doze, di Android Oreo 8.1.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Dell'Avalon V di Alcatel/TCL mi incuriosisce molto lo sfondo posteriore che simila la pietra arenaria: deve trasmettere un feel alla mano molto gradevole e, di certo, evitare lo scivolamento dello smartphome. Il prezzo, però, rischia di essere poco competitivo con quanto offerto dai concorrenti asiatici veri e propri.Per quanto riguarda il Wiko Y60, nulla da eccepire sul listino (può andare bene) ma, insomma, almeno lo sforzo di un Face Unlock 2D arrangiato poter essere introdotto!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!