Iscriviti

Ulefone Note 7: smartphone low cost con tripla fotocamera posteriore nonostante Android Go

A stretto giro dall'annuncio di Samsung, anche un emergente brand cinese ha presentato il suo smartphone low cost animato da Android Go, sostanziatosi nel venturo ed imminente Ulefone Note 7, con tripla fotocamera posteriore.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 16 aprile 2019, alle ore 19:05

Mi piace
9
0
Ulefone Note 7: smartphone low cost con tripla fotocamera posteriore nonostante Android Go

Samsung ha da poco ufficializzato il suo nuovo smartphone iper economico Galaxy A2 Core, con Android GO, presentandolo con un prezzo di listino difficile da eguagliare. A provarci, e forse anche con un esito migliore, potrebbe essere il poco noto brand cinese Ulefone, che si appresta a lanciare sul mercato il nuovo Ulefone Note 7.

Ad un’occhiata distratta, l’Ulefone Note 7 potrebbe anche sembrare uno smartphone premium, visto che la sua scocca (156.1 x 73.7 x 9.7 mm, per 177.5 grammi), in plastica, riflette come il vetro, e spicca per le colorazioni per nulla banali (twilight) e molto leganti (oro e nero). La disposizione di pulsanti e porte è quella classica, con in basso il jack da 3.5 mm e l’ingresso per la microUSB 2.0, ed a destra sia il bilanciere del volume che il tasto di accensione/spegnimento/blocco.

Il frontale, simile a quello dell’OnePlus 6T grazie ad un ondulato notch a goccia, propone un insolito aspect ratio (19.2.9) per il display, un pannellone da 6.1 pollici con risoluzione HD Plus: niente scanner sotto schermo, ovviamente ma, in compenso, la selfiecamera da 5 megapixel (f/2.0) sblocca il dispositivo in 0.2 secondi netti.

Il retro, a parte la griglia per lo speaker, imita notevolmente (anche nella posizione del logo) il top gamma Huawei Mate 20 Pro: al centro, in alto, un quadrato propone, su due file, una tripla (e un poco sporgente) fotocamera, con un Flash Dual LED che affianca un sensore da 8 megapixel (f/1.8) ed una coppia da 2 megapixel ciascuno. 

Nel mezzo, l’Ulefone Note 7 cela la sua natura di low cost: il processore, un poco energivoro quad-core (1.3 GHz) MediaTek MT6580, interagisce con i file ed il software stoccati in 16 GB di storage (espandibile a 64), e con 1 GB di RAM, sufficiente a far girare una versione Go Edition di Android Oreo 8.1

La parte conclusiva del biglietto da visita dell’Ulefone Note 7 annovera un Dual nanoSIM con supporto al solo 3G, il Wi-Fi, il Bluetooth 4.0, ed un localizzatore GPS, oltre a una batteria portata a ben 3.500 mAh per un’autonomia che verosimilmente potrà sfiorare i due giorni di attività. Al momento, Ulefone non ha precisato né il prezzo né tantomeno i mercati di distribuzione del suo nuovo entry level che, però, dovrebbe arrivare presto ad un prezzo definito come molto aggressivo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che l'Ulefone Note 7 mi ha impressionato maggiormente del rivale più blasonato anche se, fondamentalmente, si tratta pur sempre di due smartphone Android Go con tutti i limiti del caso: nell'eventualità di un prezzo paragonabile a quello del Samsung, il produttore sudcoreano dovrà inventarsi qualcosaltro per riguadagnare il consenso nei mercati emergenti, popolosi e, quindi, redditizi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!