Iscriviti

TCL: al CES 2021 propone smartphone, tablet, wearable e accessori (anche Alcatel)

Leader in vari settori, il brand cinese TCL ha proposto, in occasione del CES 2021, diversi dispositivi, tra cui - per ora - smartphone, anche per conto della controllata Alcatel, tablet, auricolari e occhiali smart, oltre a vari altri accessori intelligenti.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 12 gennaio 2021, alle ore 10:00

Mi piace
5
0
TCL: al CES 2021 propone smartphone, tablet, wearable e accessori (anche Alcatel)

TCL, presente al CES 2021, ha appena proposto diversi dispositivi, a marchio Alcatel o TCL, tra cui vari smartphone, diversi tablet, e anche qualche accessorio “sui generis”, dedicato agli animali o alla rete LTE, gran parte dei quali in arrivo da oggi sino alla prossima primavera.

Principiando dagli smartphone proposti per conto della controllata Alcatel, TCL ha ufficializzato 3 modelli di fascia medio-bassa. Alcatel 3L ha un frontale leggermente curvo ai bordi, 2.5D, con un notch a goccia per la selfiecamera, da 8 megapixel con tracking facciale: lateralmente è presente anche un pulsante per Assistant e dietro è alloggiato lo scanner per le impronte digitali, assieme alla multicamera, incolonnata verticalmente, da 48 (principale), 2 (macro), 2 (profondità) megapixel. 

Dietro il display panoramico (20:9) da 6.52 pollici, risoluto in HD+ sull’88,5% della superficie anteriore, il processore octacore (1.8 GHz) MediaTek Helio A25 si avvale di 4 GB di RAM e di 64 GB di storage espandibile di altri 512 GB. Animato da Android 11, l’Alcatel 3L monta una batteria da 4.000 mAh, caricabile a 10W via microUSB 2.0 e, tra le connettività, include sia il jack da 3.5 mm che il modulo NFC per i pagamenti contactless: disponibile nelle colorazioni Jewelry Blue e Jewelry Black, potrà essere acquistato da Marzo a 149 euro.

Alcatel 1S, uguale esteticamente e sostanzialmente al 3L, di cui rappresenta un depotenziamento, ne conserva la batteria e il processore, qui associato a 3 GB di RAM e a 32 GB di storage espandibile. La sua natura di downgrade si evince anche dal segmento fotocamere, con quella anteriore calata a 5 megapixel, e la multicamera posteriore che, a parte i due sensori minori da 2 megapixel, pone quale sensore principale uno da 13 megapixel: disponibile dal Febbraio 2021, Alcatel 1S sarà venduto nelle colorazioni Twilight Blue e Elegant Black a 129.90 euro. 

Ancora più economico, con circa 111 euro (129 dollari), è l’Alcatel 1L, sempre uguale esteticamente ai precedenti, ma ancor più basico. Dietro il display LCD HD+ da 6.1 pollici, sormontato da una selfiecamera da 5 megapixel, si cela il processore Helio A25 con 2 GB di RAM e 32 GB di storage espandibile via microSD di altri 512 GB. Di conseguenza, il sistema operativo scelto è Android 11 in Go Edition, con l’app fotocamera che, fornita da MediaTek si occupa di gestire anche la dual camera posteriore, da 13 + 2 (profondità) megapixel. In arrivo per Marzo, Alcatel 1L, provvisto energeticamente di una batteria da 3.000 mAh e lato connettività anche del jack da 3.5 mm, sarà venduto nelle colorazioni Twilight Blue e Power Grey. 

Redatto nelle palette Obsidian Black e Mint Green, disponibile a Gennaio nei tagli da 16 (59 euro) o 32 GB (69 euro) di storage, l’Alcatel 1T 7 WIFI è un tablet con sola connettività Wi-Fi, concepito per uso familiare: il sistema operativo, Android 11 Go Edition, grazie alla Kids Mode, protegge la vista, carica un’interfaccia semplificata e colorata, e mette a disposizione vari strumenti di apprendimento. 

Col proprio brand, TCL ha proposto una coppia di smartphone di fascia più alta, i TCL 20 5G (166.2 x 76.8 x 9.1 mm, per 206 grammi) e TCL 20 SE (172.08 x 77.14 x 9.1mm, per 206 grammi). Il primo modello, TCL 20 5G (nuance Ocean Blue e Streamer Gray, 299 euro), che trae a connettività 5G dal processore octacore Snapdragon 690 supportato da 6 GB di RAM (LPDDR4X) e 128 GB (UFS 2.1) espandibili di storage, adotta un foro centrale per la selfiecamera, da 8 megapixel (f/2.0), incastonata nel display FullHD da 6.67 pollici, cui la tecnologia migliorativa NXTVISION regala il supporto all’HDR10. Il semaforo posteriore allinea una triplice fotocamera, da 48 (principale, f/1.8, messa a fuoco fasica, video 4K@30fps stabilizzati elettronicamente), 8 (ultragrandangolo a 118°, f/2.2), 2 (macro, f/2.4) megapixel. Dotato lateralmente sia di un tasto dedicato ad Assistant, che di uno scanner per le impronte digitali, col codec aptX messo in supporto del Bluetooth 5.1 Super (4 device connessi simultaneamente), il TCL 20 5G annovera le connettività Dual SIM con anche il 4G, Wi-Fi ac dual band, GPS (Glonass, Beidou, Galileo), NFC, jack da 3.5 mm: animato da Android 10 sotto interfaccia TCL UI,  migliora l’autonomia, garantita dalla batteria da 4.500 mAh (caricabile a 18W via Type-C), grazie alla tecnologia Smart 5G, che passa automaticamente dal 4 al 5G a seconda dell’impiego dei dati. 

TCL 20 SE (Gennaio, a 159.90 euro nei colori Aurora Green e Nuit Black) conserva il look del modello più pregiato, quanto meno sul retro, dove vengono incolonnati i sensori della quadcamera, da 16 (principale), 5 (ultragrandangolo), 2 (macro), e 2 (profondità) megapixel: frontalmente, la selfiecamera, da 8 megapixel, è collocata in un notch a V, che permette di regalare i 90% di screen-to-body al display HD+, da 6.82 pollici, con aspect ratio a 20.5:9 e tecnologia di miglioramento NXTVISION. L’octacore (1.6 GHz) Snapdragon 460 e la GPU Adreno 610 impiegano 4 GB di RAM con 64 GB di storage espandibile. Rimangono il supporto all’aptX per il Bluetooth (5.0), e il tasto laterale per Assistant, ma lo scanner per le impronte digitali si sposta centralmente sul retro: provvisto di una batteria da 5.000 mAh (caricabile a 18W via Type-C), che beneficia della ricarica inversa onde poter fare da power bank, il TCL 20 SE ha il Dual SIM col solo 4G, l’NFC, il Wi-Fi n e, dietro l’interfaccia proprietaria, introduce il più nuovo Android 11. 

Non mancano i tablet, nell’assortimento TCL. Il modello TAB 10S ha un display da 8.88 pollici risoluto in 1440 x 1080 pixel che, grazie alla tecnologia NXTPAPER, è più efficiente (65%) e sottile (36%) di un display LCD, e meglio contrastato (25%) di un e-ink, mentre grazie a TUV Rheinland risulta protettivo contro l’emissione di luce blu. Animato dal processore octacore MediaTek MT8768, con 4 GB di RAM e 64 GB di storage (espandibile di altri 256 GB), il device ha una batteria da 5.500 mAh e, complessivamente, due fotocamere, con quella posteriore che arriva a 8 megapixel, e quella anteriore che si ferma a 5. Munito connettivamente sia del Wi-Fi che del 4G, con Android 10 provvisto delle feature Parental Control e Kids Learning, TCL NXTPAPER sarà venduto ad Aprile a 349 euro. 

Con le medesime soluzioni software e le stesse fotocamere del fratello maggiore, scende in campo anche il tablet TCL 10S (Marzo, partendo da 199 euro). Con display anti luce blu e anti sfarfallio, da 10.1 pollici, dietro il quale opera sempre il processore octacore MediaTek MT8768, qui con 3 GB per la RAM, il nuovo tablet si conferma adatto all’uso mobile non solo per via del 4G opzionale (249 euro), ma anche grazie alla batteria da 8.000 mAh. Da segnalare la presenza, oltre che dei connettori magnetici per la TCL T-Pen, anche la dotazione acustica, con una coppia di microfoni e una coppia di speaker stereofonici

Tra gli altri accessori presentati da TCL, i TCL MoveAudio S600 (Febbraio, 149 euro) sono auricolari senza fili attenti ai bassi, impermeabili (IP54), con la messa in pausa automatica quando sfilati, che impiegano la cancellazione attiva del rumore (3 microfoni su ogni unità) e la modalità di ascolto ambientale: grazie alle microbatterie da 55W arrivano a 5/7 ore di autonomia, contro le 32 totali garantite, via 4 cicli di carica, dalla relativa custodia per il trasporto. TCL Wearable Display sono occhiali smart, connessi via Type-C a smartphone, tablet, o PC, con due display OLED da 1080p che, unitamente, offrono all’utente, a 4 metri, un campo visivo di 140° ben definito (49 PPD, pixel per angolo) sul quale visualizzare anche oggetti 3D.

MoveTrack (primavera, 99 dollari) è un tracker per quattrozampe, impermeabile (IP67), autonomo per 14 giorni in stand-by, che aiuta a tracciare la posizione dei propri pelosetti tramite una combinazione di GPS, Bluetooth, e Wi-Fi: dotato di un LED che può essere illuminato da remoto, dispone di un codice QR E-badge per contattare prontamente i proprietari dell’animale smarrito(si). TCL LinkHub 4G è un extender per esterni, dedicato ad ampliare la copertura del 4G LTE cat 12 attraverso antenne MIMO 4X4. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - TCL ha schierato al CES 2021, tali e tanti prodotti che, in effetti, sino alla prossima estate darà di che parlare ai media di settore anche se, a quanto pare, potrebbe servare ancora sorprese in serbo nei prossimi mesi. Nel frattempo, premesso che agli smartphone e tablet TCL andrebbe data maggior attenzione in Occidente, visto che mettono in pratica le ottimizzazioni nel brand viste in ambito TV, sarà interessante saperne di più sui suoi nuovi auricolari e occhiali smart.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!