Iscriviti

MWC 2022: TCL a valanga con 5 smartphone, vari router e, tra i tablet, un modello innovativo

A sorpresa anche TCL ha bruciato la sua presenza al MWC 2022, anticipando la kermesse ove sarà comunque presente per mostrare una platea di 5 smartphone, diversi nuovi tablet, varie soluzioni per la connettività, oltre a risvelare il lo schermo flessibile Fold&Roll e gli occhiali LEINIAO per la mixed reality.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 27 febbraio 2022, alle ore 21:03

Mi piace
1
0
MWC 2022: TCL a valanga con 5 smartphone, vari router e, tra i tablet, un modello innovativo

Ascolta questo articolo

Con l’idea di contribuire al concetto di mondo connesso, all’evento pre MWC 2022, il brand cinese Aaron Zhang, tramite il CEO Aaron Zhang, ha presentato diversi dispositivi (CPE compresi), in varie categorie di prodotto. 

In tema di smartphone, a scendere in campo nella serie 30 sono stati i modelli TCL 30+ (166,54 x 75,24 x 7,74 mm per 185 grammi, a 229,90 euro nei colori Muse Blue e Tech Black), TCL 30 (166,54 x 75,24 x 7,74 mm per 185 grammi, a 199,90 euro nei colori Muse Blue e Tech Black), TCL 30SE (165,2 x 75,5 x 8,9 mm per 190 grammi, a 189,90 euro nei colori Space Grey e Atlantic Blue), TCL 30E (165,2 x 75,5 x 8,9 mm per 190 grammi, ad Aprile a 159,90 euro nei colori Space Grey e Atlantic Blue) e TCL 30 5G (164,54 x 75,24 x 7,74 mm per 184 grammi, Aprile, in  Dreamy Blue e Tech Black), accomunati da alcune funzioni, come i ritratti dinamici del Face Tracking, il selfie con più soggetti (grazie all’ultragrandangolo anteriore nei modelli TCL 30 5G e TCL 30+) e lo Steady Snap (catturare meglio i soggetti in movimento mettendo lo scatto in pausa), e con un assetto fotografico posteriore che culmina con un sensore principale da 50 megapixel. 

I TCL 30 5G, TCL 30, e TCL 30+ condividono un display AMOLED da 6.7 pollici, con risoluzione FullHD+, mentre i modelli TCL 30E e TCL 30 SE optano per display LCD da 6.52 pollici risoluti in HD+: il TCL 30 5G ha una selfiecamera da 13 megapixel nel waterdrop e, sul retro, in un totem rettangolare una tripla fotocamera con un sensore primario da 50 ben evidenziato con un LED anulare colorato, uno da 2 (profondità), e un altro da 2 (macro) megapixel affiancati dal Flash dual LED, il TCL 30 ha una selfiecamera 8 megapixel, ma sempre il trittico da 50+2+2 visto in precedenza, e il TCL 30+ ha una selfiecamera da 13 megapixel e, di nuovo, il terzetto da 50+2+2. Del duetto di coda, il TCL 30E ha nel notch a goccia d’acqua una selfiecamera da 5 megapixel e, sul retro, in un bumper rettangolare con Flash LED, una dual camera, con un sensore primario da 50 e uno secondario da 2 megapixel per la profondità. Il TCL 30SE porta a 8 la selfiecamera e, sul retro, nello stesso stile del modello di prima, una tripla fotocamera, che vede comparire assieme al sensore principale da 50 e al bokeh da 2, anche la macro da 2 megapixel. 

Sul piano elaborativo, il TCL 30 5G opta per il processore Dimensity 700 coadiuvato da 4 GB di RAM negli allestimenti con storage, espandibile via microSD, da 64 o 128 GB: i TCL 30 e 30+ invece virano sul processore Helio G37, sempre di Mediatek, con 4 GB di RAM: il primo dei 2 però ha 64 GB, mentre il secondo 128 GB di storage. I TCL 30E e 30 SE optano per l’Helio G25: il primo modello lo assiste con 3 GB di RAM e 64 GB di storage espandibile, il secondo con 4 GB di RAM e 128 GB di storage sempre ampliabile via microSD.

I TCL 30 5G, TCL 30, e TCL 30+ integrano una batteria da 5.010 mAh, caricabile rapidamente a 18W: in questo terzetto il lettore d’impronte digitali è sul lato, ma solo il secondo ed il terzo dispongono di speaker stereo. I rimanenti TCL 30E e TCL 30 SE ripiegano su una capienza energetica di 5.000 mAh, rabboccabile a 10W mentre, in tema di sicurezza, è presente uno scanner posteriore per le impronte digitali. 

Ad accomunare i cinque nuovi TCL della serie 30 sono alcune connettività, col modulo NFC, il GPS e la microUSB Type-C: il TCL 30 5G ha la nuova connettività mobile, il Wi-Fi ac, il Bluetooth 5.1 ed un mini-jack da 3.5 mm, mentre il TCL 30 ha il 4G LTE, il mini-jack da 3.5 mm, il Bluetooth 5.0, come pure il TCL 30+, il TCL 30E e il TCL 30 SE. 

Optando per modelli più accessibili nel listino, in Europa si potrà disporre anche del TCL 305, prezzato a 119,90 euro e del TCL 306, venduto  a 139,90 euro. 

Per i tablet, concepito in variante solo Wi-Fi o anche cellular con 4G, il TCL NXTPAPER MAX 10 (Asia, secondo trimestre 2022), seguito del modello 10s (249 euro), ha un display da 10.36 pollici che, grazie allo screen-to-body dell’83%, offre un ottimo spazio per guardare qualche film o giocare mentre una tecnologia che restituisce la sensazione della carta agevola nella lettura e nella presa degli appunti. Il TCL TAB 10HD 4G mette a disposizione dell’intrattenimento un pannello con colori brillanti incastonato tra cornici da appena 8.7 mm: il processore, un efficiente octacore, promette di gestire al meglio l’energia della batteria da 5.500 mAh. In attesa del modello TCL TAB PRO 12 5G, molto ricco sotto il versante delle connettività e della diagonale visiva, per un perfetto mixa tra divertimento e produttività, ci si potrà beare del tablet TCL TAB 10s 5G (Q2 2022) che spinge sino a 8.000 mAh la sua batteria visto che, con 4 GB di RAM, uno schermo FullHD da 10.1 pollici, e la presenza del 5G, si potranno assolvere a routine anche complesse che combinino videochiamate, streaming stabile e veloce, e lavoro in multi-tasking. 

In ambito CPE (Customer Premises Equipment), dei tre dispositivi menzionati in apertura, il LINKHUB 5G CPE HH515, intravisto al CES 2022, è (dal primo trimestre, in Europa) un router 5G con Wi-Fi 6 capace di servire 256 utenti offrendo il miglior supporto per la didattica a distanza, lo smart working, il live streaming e il cloud gaming. Accontentandosi del 4G e abbandonando la forma piramido-tubolare del primo per un formato tascabile, è possibile invece avvalersi (secondo trimestre) del router INKZONE LTE CAT6 Mobile Wi-Fi MW63, compatibile con le eSIM, predisposto per portarsi in vacanza il 4G sino a 300 Mbps per un Wi-Fi mobile dual band: lo stesso formato pocket abbraccia anche il LINKZONE 5G Mobile Wi-Fi MW513 (secondo trimestre) che, invece, permette di raggiungere le velocità tipiche del 5G Sub-6 Ghz (con anche il supporto al mmWave).  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Accipicchia. E pensavo che Huawei avesse fatto il botto alla vigilia del MWC ma TCL manco ha scherzato. Un mesetto e mezzo fa circa erano trapelate su Weibo le schede tecniche praticamente complete di tutti questi nuovi telefoni: mi aspettavo li piazzassero al CES ma, invece, han trollato tutti quelli del settore sfoggiandoli al MWC dove poi sono stati accompagnati da un signor tablet!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!