Iscriviti

MWC 2022: Nokia presenta tre smartphone low cost C e due prodotti audio

A cavallo tra la vigilia e l'inizio, HMD Global ha inaugurato la sua presenza al MWC 2022 di Barcellona con tre smartphone di livello base della serie C (C21, C21 Plus, C2 2a edition), ai quali ha abbinato gli auricolari tws Go Earbuds 2+ e le cuffie WHP-101.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 28 febbraio 2022, alle ore 02:38

Mi piace
1
0
MWC 2022: Nokia presenta tre smartphone low cost C e due prodotti audio

Ascolta questo articolo

Attualmente, HMD Global, licenziataria del marchio Nokia in fatto di smartphone, sta affrontando una querelle legale con VoiceAgesEVS LLC in merito all’impiego di un particolare codec audio in favore delle chiamate via LTE (VoLTE): nulla che abbia impedito, però, all’azienda finnica di Espoo di portare in quel di Barcellona, in occasione del MWC 2022, assieme a vari accessori audio, una tripletta di smartphone low cost della serie C (introdotta nel 2020), volta a cavalcare il trend positivo dell’azienda che, con device di questa categoria, tra il 2020 e il 2021, ha incrementato del 41% il proprio fatturato. 

Il portabandiera del terzetto (109 euro) è il Nokia C2 Seconda Edizione. Il display è un LCD IPS da 5.7 pollici risoluto a FWVGA, con un waterdrop per la selfiecamera, da 2 megapixel. Dietro, lo chassis (in metallo, nei colori Warm Grey e Dark Blu) prevede due oblò di dimensioni differenti: quello più grande, in alto, ospita la monocamera da 5 megapixel (con miglioramento delle foto in condizione di scarsa luce) e il Flash LED mentre, poco sotto, vi è lo scanner per le impronte digitali. 

Il motore logico del Nokia C2 2a edition è formato da un processore quad-core, coadiuvato da un allestimento che prevede 2 GB di RAM e 32 GB di storage ampliabile via microSD. La batteria è di appena 2.400 mAh, caricabile via microUSB, all’insegna di un parterre di connettività che comprende anche il 4G LTE, il mini-jack da 3.5 mm, il Wi-Fi e il Bluetooth. Android 11 in Go Edition fa da cappello software all’insieme. 

Il modello mediano del terzetto (prezzato a 129 euro), cioè il Nokia C21 (169.9 x 77.9 x 8.8 mm, per 195 grammi, nei colori Dark Blue e Warm Grey), adotta un pannello LCD da 6.5 pollici, risoluto in HD+: a circondarlo è una cornice piuttosto evidente, tanto che il mento offre lo spazio sufficiente ad alloggiare il logo Nokia. La selfiecamera è costituita da un sensore pari a 5 megapixel (riconoscimento facciale via AI) mentre, dietro, in capo all’oblò centrale che fa da scanner per le impronte digitali, si trova un cerchio ben più grande, al cui interno si trova la fotocamera posteriore, mono, da 8 megapixel (autofocus, scansione QR), in un’orbita duale assieme al sottostante Flash LED: una piccola fessura in basso a destra sul retroscocca consente l’erogazione dell’audio, che però potrebbe risultare soffocato nel caso il device sia appoggiato a una superficie piana. La sezione multimediale si completa con la Radio FM abbinata al mini-jack da 3.5 mm.

A muovere il Nokia C21, non a caso animato dalla versione Go Edition di Android 11 (con un biennio di security update trimestrali), è un processore octacore (1.6 GHz) a basse prestazioni, l’Unisoc SC9863a con GPU PowerVR GE8322, già visto in molti smartphone entry level, tra cui il Galaxy A03 di Samsung; nel device targato Nokia la RAM ammonta a 2 GB, mentre per lo storage, espandibile (+256 GB) via microSD, si arriva a 32 GB. Sempre nella scheda tecnica, del Nokia C21 risulta presente una batteria da 3.000 mAh, suscettibile di garantire una giornata di operatività, prima di ricorrere a una non propriamente veloce carica a 5W, fornendo l’energia sufficiente anche al segmento connettività, che comprende il 4G/LTE, il GPS, il Bluetooth 4.2, e il Wi-Fi n.

Certificato secondo il grado di resistenza a polvere e gocce d’acqua IP52, il Nokia C21 Plus (164.8 x 75.9 x 8.55 mm, 178 grammi, nel colore Dark Cyan), sempre entry level (149 euro) ma un pelino più in alto a livello hardware, ha pressocché lo stesso design dell’altro modello sul davanti, ove spicca – dietro un vetro temperato – il display LCD da 6.5 pollici risoluto in HD+ con un waterdrop per la selfiecamera da 5 megapixel (con sblocco via face ID). Sul retro della scocca in metallo, ancora a portata di indice, c’è lo scanner per le impronte digitali, ma varia il look della postcamera, a semaforo, in un pillolotto a sinistra, atto a includere – sopra il Flash LED – due sensori fotografici, tra cui quello principale che qui sale a 13 megapixel (panorama), e uno secondario, da 2 megapixel, per conferire la profondità all’effetto Bokeh nei Ritratti. 

Le connettività del Nokia C21 Plus confermano l’adozione di 4G LTE, Wi-Fi n, Bluetooth 4.2, GPS, mini-jack da 3.5 mm con Radio FM. Sempre attraverso la microUSB si carica la batteria che, a questo “giro”, può essere scelta nella dimensione da 4.000 mAh (due giorni di autonomia) o 5.050 mAh (tre giorni di autonomia), migliorando anche nella velocità di ricarica, almeno da 10W. Sul piano elaborativo, è rimasto il processore Unicoc SC9863a, con un piccolo boost visto che, oltre a 32 GB di storage ampliabile via microSD, vi sono 3 GB di RAM. Stante le poche variazioni nel settore principale del device, non stupisce che il costruttore abbia mantenuto la scelta di Android 11 in Go Edition, promettendo due anni di aggiornamenti di sicurezza ogni tre mesi. 

Non sono mancati anche alcuni interessanti accessori, in coda di evento. Nello specifico, HDM Global ha illustrato innanzitutto gli auricolari Nokia Go Earbuds 2+: concepiti con un touchpad per il controllo, godono dell’impermeabilità al sudore ed agli schizzi d’acqua (IPX4) mettendo in campo la cancellazione ambientale del rumore (ENC) per l’ascolto dei contenuti (erogati da driver da 10 mm) o durante le telefonate. L’autonomia può spingersi a 24 ore complessive, grazie alla custodia, in color nero come gli earable: la connessione, dopo la rapida associazione con un device grazie al Fast Pair, si basa sul Bluetooth 5.2. 

Le cuffie Nokia Headphones (WHP-101) in versione cablata o wireless, in color bianco o nero, con un archetto regolabile e un’imbottitura sopra le orecchie, custodiscono nei padiglioni over-ear dei driver da 40 mm, oltre alla possibilità di connettersi con la fonte sonora via Bluetooth 5.2. Grazie alla batteria da 800 mAh sfoderano sino a 60 ore di autonomia: i controlli avvengono mediante i pulsanti su uno dei due lati, utili anche per gestire le chiamate in vivavoce. Non manca il supporto ai comandi vocali verso Assistant, Siri e Alexa

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Si attende ancora un bel top di gamma da parte di Nokia, di quelli di una volta con le ottimizzazioni Zeiss. Intanto, però, il gruppo finnico che ne usa il brand è consapevole che forti input alle vendite sono arrivati dai modelli low cost ed è su quelli che si è insistito in sede di evento, ove si è accennato anche alla costituzione di una divisione con focus sui servizi, mettendo in conto 1 milione di sottoscrizioni al Services Suite in H1 di HMD.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!