Iscriviti

MWC 2019: Nokia non dimentica gli smartphone Nokia 4.2, 3.2, 1 Plus , ed il feature phone Nokia 210

HDM Global, intervenuta con una conferenza di presentazione al MWC 2019 di Barcellona, ha ufficializzato gran parte dei modelli previsti per il 2019, con (anche) gli smartphone Nokia 4.2, 3.1, 2.1, ed il feature phone per il detox digitale Nokia 210.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 25 febbraio 2019, alle ore 09:32

Mi piace
8
0
MWC 2019: Nokia non dimentica gli smartphone Nokia 4.2, 3.2, 1 Plus , ed il feature phone Nokia 210

Assieme al top gamma Nokia 9 PureView, HMD Global ha ufficializzato – nella conferenza stampa d’anteprima al MWC 2019 di Barcellona – anche altri smartphone, rappresentati dai Nokia 4.2, Nokia 3.2, Nokia 2.1, ed un telefono “vecchia maniera” o feature phone, formato dal Nokia 210.

Il Nokia 4.2 (nuance nero o rosa, disponibile da Aprile) ha rotondità che ne accostano la scocca (in metallo, con due placche in vetro, davanti e dietro, tenute assieme da un frame in policarbonato, da 71.3 x 148.95 x 8.39 mm, per 161 grammi) al design dei Motorola. Il selfie notch ospita una fotocamera frontale da 8 megapixel, con Face Unlock, e consente l’introduzione di un display da 5.71 pollici con risoluzione HD+: sul retro, invece, un elegante semaforo verticale collocato al centro, leggermente sporgente e posto in alto rispetto allo scanner biometrico, propone una doppia fotocamera, da 13 (f/2.2) + 2 megapixel, capace di migliorare le foto al buio fornendo più scatti realizzati tramite la tecnica del low-light HDR.

Concepito in due configurazioni (espandibili) di memorie, RAM e storage, da 2+16 (169 euro) e 3+32 GB (199 euro), Il Nokia 4.2 monta un octa-core Snapdragon 439 di Qualcomm e trae energia da una batteria pari a 3.000 mAh. Dotato di 4G, Wi-Fi n, Bluetooth 4.2, Dual SIM, GPS, e Radio FM stereo, è animato da Android Pie secondo il programma Android One (3 anni di security update e 2 di major update), con un’esperienza praticamente stock del software, e Google Assistant richiamabile da un pulsante laterale. 

La scelta delle pezzature alternative (con espansione via microSD) da 2+16 (149 euro) e 3+32 GB (179 euro) per lo storage è stata seguita anche per il “professionale” (aderisce al programma Android Enterprise Recommended) Nokia 3.2 (76.24 x 159.44 x 8.6 mm, 178 grammi), simile nel design al precedente (ha lo stesso tasto d’accensione che, a mo’ di LED di notifica, si illumina all’arrivo di queste ultime). In questo caso, la fotocamera posteriore pur presentando un semaforo verticale (assieme al Flash LED) è mono, da 13 megapixel, mentre la selfiecamera scende a 5 megapixel, pur beneficiando del Face Unlock. L’esperienza multimediale è garantita sia dalla Radio FM stereo, che dall’ampio (19:9) display da 6.26 pollici con risoluzione HD+, ben supportato energicamente per circa 2 giorni dalla batteria, da 4.000 mAh (con il supporto dell’Adaptive Battery contenuto in Android Pie in edizione One), e dal processore Qualcomm, qui sotto forma di quad-core Snapdragon 429. Sempre con 4G cat.4, Google Assistant (via pulsante laterale), ma con scanner d’impronte solo per la variante più mnemonica, il Nokia 3.2 sarà disponibile nelle colorazioni argento o nero.

L’entry level degli smartphone menzionati in apertura è, senza dubbio, il Nokia 1 Plus (policarbonato nelle colorazioni rosso, nero, e blu) la cui versione di Android Pie aderisce al programma Go Edition che necessità di requisiti minimi molto basilari: in questo caso, infatti, all’interno di appena 8.55 mm di spessore, il processore quad-core (1.5 GHz) MediaTek MT6739 è abbinato a 1 GB di RAM, mentre lo storage espandibile si ferma a 16 GB (109 euro). Il display, da 5.45 pollici, ha una risoluzione Fwga+ (essendo a 18:9), mentre le fotocamere – frontale e posteriore – sono, rispettivamente, da 5 (con Beauty Mode) e 8 megapixel (con autofocus e Flash LED). La batteria, con i suoi 2.500 mAh di capienza (caricabili via microUSB 2.0), è adeguata alle esigenze del Nokia 1 Plus che, grazie alla Radio FM stereo di serie, non trascura un buon impiego multimediale, anche in cuffia (jack da 3,5mm con uscita AV), via auricolari senza fili (Bluetooth 4.2 con aptX), o in streaming (Wi-Fi n), nonostante lo speaker mono (ma con Smart Amp).

Destinato al detox digitale è il vivace (cromaticamente, viste le colorazioni rosso acceso, nero, e rosso) Nokia 210 (120.8 x 53.49 x 13.81mm, 82 grammi), feature phone erede del Nokia 3310. Il display è un QVGA da 2.4 pollici e la fotocamera è presente solo sul retro, da 5 megapixel: il processore quad-core (1.1 GHz) MediaTek MT6737M lavora con 4 MB di RAM e 16 GB di storage (per i numeri della rubrica) espandibile via microSD (in modo da ospitarci la musica ascoltabile dal lettore mp3). Presente una batteria da 1.020 mAh (caricabile via microUSB 2.0), idonea a garantire 18 ore di conversazione o 20 giorni in stand-by, il firmware del Nokia 210 gestisce due SIM (con reti GSM 900/1800), e presenta una rinnovata interfaccia dalla quale accedere ai giochi (Snake preinstallato, o altri titoli – come Asphalt 6 – presi dal Mobile Store), ma anche ai social (Facebook), alla Radio FM, e ad app utili (come la torcia o il browser Opera Mini). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Probabilmente, la finlandese HMD Global ha sfoggiato gran parte della sua offerta per il 2019 proprio nel MWC 2019 che, quindi, ha permesso di valutare l'avanzamento della sua tecnologia telefonica mobile: risultato? Già detto del Nokia 9 PureView, i modelli listati in sede di articolo convincono anche per le scelte software (Android One o Android Go), mentre il feature phone Nokia 210 vince, ovviamente, per il suo fascino vintage.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!