Iscriviti

Moto G73 5G e Moto G53 5G: con 120 Hz e sensore principale da 50 megapixel

Tra i primi smartphone della serie G a fare la sua comparsa in questo 2023 per Motorola, vi sono stati due modelli, tra cui il nuovo Moto G73 e il già visto (in Cina) Moto G53: eccone specifiche e prezzi.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 24 gennaio 2023, alle ore 18:15

Mi piace
1
0
Moto G73 5G e Moto G53 5G: con 120 Hz e sensore principale da 50 megapixel

Ascolta questo articolo

Nelle scorse ore, dopo una ricca sequenza di indiscrezioni in merito, Motorola ha presentato, oltre allo smartphone low cost Moto e13, anche un poker di smartphone della serie G, tra cui il Moto G73 (299,90 euro in arrivo “nelle prossime settimane“) e il Moto G53 (stesso periodo, a 249,90 euro). 

Partendo dal modello più prestante, Moto G73 5G ha uno chassis idrorepellente con misure da 161,42×73,84×8,29 mm e un peso di 181 grammi, allestito nei colori Midnight Blue, e Lucent White. Protetto da un sistema di riconoscimento facciale e da uno scanner per le impronte digitali, questo device ha un display LCD IPS da 6,5 pollici con risoluzione FullHD+ (ovvero da 2.400 x 1.080 pixel), e 120 Hz di refresh rate (frequenza di aggiornamento).

Nel foro al centro in alto, è presente una selfiecamera da 16 megapixel (f/2,4, Ultra Pixel per pixel portati da 1 a 2 micrometri). Dietro, il sistema a doppio oblò reca una dual fotocamera, con un sensore principale da 50 (f/1,8, Ultra Pixel per pixel da 2 micrometri, messa a fuoco fasica PDAF) capace di girare video a FullHD sino a 60fps, accompagnato da un ultragrandangolo (118°) da 8 megapixel (/2,2, 1,12µm) con funzioni di profondità e macro via messa a fuoco automatica. Il sound in cattura punta su due microfoni, mentre quello in emissione annovera due speaker con Dolby Atmos

Rispetto al Moto G72 qui opera l’octacore MediaTek Dimensity 930 appoggiato da 8 GB di RAM e da 256 GB di storage espandibile via microSD di 1 TB rinunciando a una delle due nanoSIM. In compenso, c’è il modem per il 5G sub-6GHz che, tra le connettività, fa compagnia al Wi-FI 5, al succitato Dual SIM ibrido, al Bluetooth 5.3, al mini-jack da 3,5 mm, al GPS, all’NFC, e alla microUSB Type-C. Con quest’ultima e il caricatore incluso in confezione si carica velocemente, via Turbo Power da 30W, la batteria, da 5.000mAh. Android 13 è rivestito dall’interfaccia quasi stock My UX che porta in dote tool proprietari, come Thinkshield for Mobile, Family Space e App Moto Secure. 

Già annunciato per il mercato cinese a Dicembre, fa ora il suo esordio globalmente, nei colori Ink Blue, Arctic Silver, Pale Pink, e con lo stesso Android 13 poco adulterato, il modello Moto G53 5G, esteticamente simile al fratello maggiore di questa rassegna, dal quale mutua il display LCD IPS da 6,5 pollici, purtroppo solo HD+ (720 x 1.600 pixel) mentre nel predecessore G52 era almeno FullHD anche se in questo caso il refresh rate è salito dai vecchi 90 agli attuali 120 Hz. La selfiecamera “imbucata” è da 8 megapixel (f/2,2 1,12µm) e ha lo sblocco facciale, utile qualora non si voglia ricorrere allo scanner per le impronte digitali. 

Posteriormente vi è sempre il sensore principale da 50 megapixel, ma con pixel più piccoli che vanno da 0,64 a 1,28 µm via pixel binning e clip catturate a 1080p ma a 30 fps. Il sensore secondario è ancora un ultragrandangolo da 8 megapixel con FOV a 118° ma senza autofocus. Vi sono, lato audio, due microfoni e altrettanti speaker con Dolby Atmos.

Porta il 5G il chipset Snapdragon 480+ di Qualcomm, coadiuvato da 4, 6, 8 GB di RAM e da 64 o 128 GB di storage espandibile di 1 TB via microSD grazie allo slot per il Dual SIM ibrido. Le connettività comprendono anche la microUSB Type-C 2.0, il mini jack da 3,5 mm, il GPS, l’NFC, il Wi-Fi 5, ed il Bluetooth 5.1. La batteria, da 5.000mAh, ha la ricarica a 10W, che salgono a 18W per il mercato sudamericano. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male, i primi due smartphone. A dire il vero, il secondo era già noto da mesi. Il primo ha fatto il suo esordio rivelandosi un gran bel telefono, anche se è un peccato che i video non siano catturati almeno in 4K. Per il resto, c'è poco di cui lamentarsi: le foto al buio dovrebbero venire abbastanza bene data la dimensione dei pixel.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!