Iscriviti

Moto G50 5G: arriva anche in Australia, con nuovo processore e diversa postcamera

Come anticipato dai rumors di Evleaks, Lenovo ha ampliato il bouquet degli smartphone Motorola di un nuovo esemplare che, sostanziato nel Moto G50 5G, è una variazione omonima del modello dello scorso Marzo, qui animata da Mediatek.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 25 agosto 2021, alle ore 19:39

Mi piace
5
0
Moto G50 5G: arriva anche in Australia, con nuovo processore e diversa postcamera

Aggiornando, sia nel design che nelle specifiche, un modello già presentato in primavera, come già anticipato dal celebre leaker Evan Blass, Lenovo ha presentato una versione del Moto G50 5G “adattata” per il mercato australiano, ove risulta disponibile all’acquisto per la cifra di 399 dollari australiani (pressappoco 247 euro al cambio attuale).

Il “nuovo” Moto G50 5G arriva nel paese dei canguri con le colorazioni verde Green e grigio Meteorite Gray conferite allo chassis in plastica (167 x 76,4 x 9,26 mm, per 206 grammi) che, frontalmente, presenta un notch a V e, sul retro, oltre all’oblò con la M alata, una tripla fotocamera che, rispetto al passato, forma la sua struttura ad L rovesciata non avvalendosi del Flash LED, ma impiegando uno dei 3 sensori fotografici. Lo scanner per le impronte digitali è, invece, collocato sul frame laterale, fuso col pulsante d’accensione.

La multimedialità del Moto G50 5G parte, e non potrebbe essere altrimenti, dal display che rimane un AMOLED Max Vision da 6.5 pollici, risoluto in HD+ (269 PPI) secondo un aspect ratio a 20:9, esteso sull’85% di spazio anteriore disponibile (screen-to-body), con 90 Hz di refresh rate.

La selfiecamera, anche per le videochiamate, arriva a 13 megapixel mentre, dietro, in termini sostanziali, la variazione si sostanzia nel fatto che il sensore principale da 48 megapixel (con pixel binning per pixel da 1.6 micrometri, , video FullHD@30fps, f/1.7) e quello per la profondità, da 2 megapixel (f/2.4, 1.75 micrometri), ora sono affiancati da un sensore Macro Vision da 2 (vs i precedenti 5) megapixel (sempre f/2.4 e 1.75 micrometri). Lato audio, la scheda tecnica del Moto G50 5G australiano riporta la presenza del jackino da 3.5 mm.

Sul piano delle prestazioni, Qualcomm cede il passo a Mediatek che, sul Moto G50 5G in questione, porta l’octacore Dimensity 700 che, nel caso specifico, dispone di un supporto pari a 4 GB di RAM, con lo storage, espandibile via microSD (max 1 TB), ammontante a 128 GB. Corredato di Dual SIM, 4 e 5G, GPS, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, NFC, via type-C può caricare rapidamente a 15W (sebbene xatakandroid riporti la presenza in confezione di un caricatore da 10W) la batteria da 5.000 mAh. Chiude il sistema operativo che, sotto l’interfaccia proprietaria My UX, è Android 11.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Per gli amanti del microcosmo, il downgrade del sensore macro è una bella botta: in ogni caso, sarà interessante appurare quale sarà la percezione tangibile del passaggio dal chip Qualcomm a quello Mediatek: il design, nel complesso, non varia più di tanto, come gran parte della scheda tecnica in dotazione. Che il tutto dipenda da una qualche penuria di processori della grande Q?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!