Iscriviti

LG Judy: il successore del G6 arriva a Giugno, con display innovativo e Snapdragon 845

Ancora nebbia assoluta sulla denominazione del top gamma che raccoglierà l'eredità del G6: tuttavia, ritornano a circolare rumors in merito alle relative specifiche, finalmente un po' più innovative di quanto ci si attendeva in precedenza.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 18 febbraio 2018, alle ore 13:01

Mi piace
12
0
LG Judy: il successore del G6 arriva a Giugno, con display innovativo e Snapdragon 845

Qualche settimana fa, il mondo della tecnologia mobile fu scosso da una rivelazione ufficiale: all’imminente MWC 2018 di Barcellona, LG avrebbe presentato solo una rivisitazione del suo ultimo top gamma, in chiave intelligenza artificiale, col nome di LG V30s. Per fortuna, il successore dell’LG G6 ci sarà, ma arriverà molto più in là: ecco con quali probabili specifiche, secondo gli ultimi rumors.

Secondo Jo Seong-jin, vicepresidente di LG, non v’è bisogno di annunciare un top di gamma ogni anno, ed è meglio aspettare un po’, rimandando l’esordio dei nuovi flagship a quanto vi saranno realmente delle novità in grado di destare un effetto “wow” nei clienti. Detto altrimenti, l’LG G7 che era già in corso di finalizzazione va ripensato, perché poco avrebbe aggiunto al già esistente, ed a quanto sfornano i rivali. 

In base agli ultimi rumors, la nuova versione del device, il cui nome in codice sarebbe “LG Judy”, e che potrebbe NON coincidere col nome commerciale di LG G7, dovrebbe puntare sul nuovo processore della Qualcomm, lo Snapdragon 845, messo in tandem con la scheda grafica Adreno 630 ed abbinato a 4 e 64 GB (UFS 3.0) di memoria nella variante standard, ed a 6 e 128 GB in quella Plus. All’interno della scocca, dotata di certificazione IP67 o IP68, alloggerebbe anche la batteria, da 3200 mAh, ricaricabile anche in modalità wireless, o via cavo tramite la porta microUSB Type-C.

Oltre al processore, un’altra grande novità dovrebbe toccare il display, dotato di supporto all’HDR10, e diagonale da 6.1 pollici: il pannello Full Vision con rapporto a 18:9 impiegato potrebbe essere un MLCD+ che, rispetto ai normali LCD IPS, grazie alla matrice RGBW con subpixel bianco, riuscirebbe a contenere i consumi energetici del 35% offrendo, tuttavia, una luminosità massima sino a 800 nits. In ogni caso, sotto il display in questione sarebbe alloggiato uno scanner per le impronte, un po’ come quello con tecnologia Synaptics contenuto nel Vivo X20 Plus UD, esibito al CES 2018 di Las Vegas. 

Sempre continuando con l’ambito multimediale, oltre agli speaker stereo, dovrebbe esservi una selfiecamera da 8 (o 13) megapixel con una tecnologia autenticazione tramite il riconoscimento del viso, entrambe alloggiate, forse, in un simil notch. Sul retro, assistita dalla stessa intelligenza artificiale migliorata dell’LG V30s, campeggerebbe una doppia fotocamera da 16 megapixel (col secondo obiettivo grandangolare), con lenti in vetro e focale a f/1.6. La connettività completa di colui che fungerà da erede all’LG G6 comprenderà anche il Dual SIM, un Wi-Fi ac dual band, il Bluetooth 5.0, un GPS (con GLONASS/Galileo), ed il 4G+ (grazie al modem LTE A).

Per l’annuncio del device (tra i cui nomi potenziali è spuntato anche quello di LG G10), secondo i nuovi desiderata della dirigenza LG, si dovrà attendere – forse – Giugno, con la disponibilità in commercio prevista per l’estate seguente

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I piani di LG, per ora, sono piuttosto confusi. Sembra che l'erede dell'LG G6 vi sarà ma, tuttavia, non è chiaro se sarà della serie G (e con che numero), o se farà parte della serie V. Per fortuna, si inizia a riparlare delle sue specifiche, quindi di qualcosa di più concreto e meno fumoso: da quello che si vocifera ora, sembra che la maggior attesa che toccherà in sorte ai fan di LG possa essere ben ripagata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!