Iscriviti

LG G7 One ed LG G7 Fit: in anticipo sull’IFA 2018 la nuova coppia di top gamma per audiofili

LG, anticipando l'IFA 2018 di Berlino, ha lanciato la nuova coppia di top gamma telefonici LG G7 One ed LG G7 Fit, sempre con un audio spettacolare, tanta intelligenza artificiale, e con qualche sorpresa, sia hardware che software piacevolmente sorprendente.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 28 agosto 2018, alle ore 19:00

Mi piace
7
0
LG G7 One ed LG G7 Fit: in anticipo sull’IFA 2018 la nuova coppia di top gamma per audiofili

All’imminente IFA 2018 di Berlino, sarà presente anche LG, con molta domotica ma anche con tanta telefonia mobile: il particolare, il colosso sudcoreano interverrà in Germania portando con sé una nuova coppia di top di gamma, gli LG G7 One ed LG G7 Fit, col primo dei due che segna l’implementazione – anche sui terminali della gamma G – del rodato processore Snapdragon 835 che aveva dovuto saltare, a causa dell’accaparramento Samsung, gli LG G6 (Snapdragon 821), e gli LG G7 ThinQ (arrivati direttamente con lo Snapdragon 845). 

LG G7 One ed LG G7 Fit presentano una scocca immune ad acqua e polvere, grazie alla certificazione IP68, resistente agli urti in virtù di quella MIL-STD 810G, e sono accomunati anche dagli elementi multimediali adottati. Il display è un pannello LCD FullView (non per nulla con aspect ratio a 19.5: 9) da 6.1 pollici, con risoluzione QHD+, eccellente densità d’immagine (564 PPI), supporto allo standard HDR10, sormontato da un notch al cui interno vi è il sensore di prossimità, il Led per le notifiche, la capsula auricolare, e la selfiecamera grandangolare (80°) da 8 megapixel (f/1.9) mentre, sul retro, ove alloggia lo scanner per le impronte in una leggera depressione circolare, opera la monocamera principale (“AI CAM“, quindi anche con riconoscimento facciale), da 16 megapixel (con focale da f/2.2 sull’One, e da f /1.6 sul Fit).

L’audio, gestito da un chip Quad DAC per la sonorità Advanced Hi-Fi, è erogato tramite l’altoparlante Boombox (con supporto al formato surround DTS:X, adottato anche nelle TV Ultra HD 2018) e, in ambito cablato, anche nelle cuffie agganciabili via jack da 3.5 mm.

Le connettività della coppia LG G7 One ed LG G7 Fit prevedono il Bluetooth LE (5.0 per l’One, 4.2 per il Fit), il Wi-Fi ac, il 4G/LTE (VoLTE), oltre – naturalmente – al localizzatore GPS (A-GPS) ed al modulo NFC per gli scambi di dati o i pagamenti contactless. Attraverso la porticina microUSB Type-C posta sul lato corto basso, viene ricaricata la batteria, da 3.000 mAh, munita della ricarica rapida Quick Charge 3.0. 

Le differenze non mancano e, anzi, sono tutt’altro che marginali. L’LG G7 One si presenterà in Alemagna – lato hardware – con la GPU Adreno 540 GPU ed il processore Snapdragon 835, abbinati a 4 GB di RAM (LPDDR4x) ed a 32 GB (UFS 2.1) di storage, espandibili via microSD di ulteriori 2 TB e – in ambito software – con Oreo 8.1 iscritto al programma Android One (aggiornamenti garantiti per almeno un paio di anni, con Android P dietro l’angolo, e celeri update securtivi).

Il fratello minore, LG G7 Fit, invece, ripiegherà sullo Snapdragon 821 (e sulla sua GPU Adreno 530), sempre affiancato da 4 GB di RAM e da 32 GB (64 nella variante Plus) epandibili (2 TB) di storage e, non aderendo al programma One, sarà destinato a passare da Oreo 8.1 (qui non stock ma con interfaccia LG UX) a Pie 9.0 in un secondo momento: in compenso, anche su questo modello (si presume) meno economico, sarà di ruolo Google Assistant (grazie al pulsante dedicato).

Ovviamente ancora ignoti i prezzi, l’LG G7 (153.2 x 71.9 x 7.9mm, per 156 grammi) arriverà sul mercato nelle tonalità New Marocchino Blu e New Aurora Black, mentre l’LG G7 Fit (153.2 x 71.9 x 7.9mm, per 160 grammi) si colorerà delle nuance New Aurora Black e New Platinum Grey. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - LG, dai tempi del G5 (modulare), ha smesso di rischiare: non che sia un difetto. I suoi top di gamma sono rodati, con buone fotocamere, diverse ottimizzazioni software e, soprattutto, con uno degli audio migliori del settore. Davvero bella l'idea di portare almeno uno degli LG G all'interno del programma Android One, a mio avviso un valore aggiunto per chi vuole avere un telefono aggiornato per un bel po' di anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!