Iscriviti

LG G7 (Neo): al MWC 2018 è spuntato il nuovo top di gamma, ed ha il notch!

In una riunione aperta a pochi giornalisti, LG ha mostrato - nel corso del MWC 2018 - l'erede dell'attuale LG G6: si tratta dell'LG G7 portato col nome tecnico di Neo e noto col nome in codice di "Judy", ovviamente dotato di notch à la iPhone X.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 2 marzo 2018, alle ore 11:04

Mi piace
9
0
LG G7 (Neo): al MWC 2018 è spuntato il nuovo top di gamma, ed ha il notch!

Al MWC 2018 di Barcellona, la sudcoreana LG si è limitata a poco altro, rispetto alla rivisitazione del LG V30S ThinQ operata all’insegna dell’intelligenza artificiale. Eppure, secondo alcuni rumors, in una stanza – non aperta al pubblico – dell’edificio sito al numero 64 di via Av. Joan Carles I, LG avrebbe mostrato ad un ristretto numero di giornalisti il già pronto LG G7!

Il portale tecnologico israeliano Ynet, nelle fasi finali del MWC 2018, ha proposto un articolo – con tanto di video – in cui si mostra un giornalista che, per qualche breve istante, è riuscito a tenere in mano il telefono che un piccolo leggio accanto identificava chiaramente come “LG G7 (Neo)”. Dapprima si era pensato ad un fake, poi ad una versione ridotta – appunto “Neo” – del vero top di gamma, senza dimenticare l’ipotesi che quello mostrato fosse soltanto il prototipo di G7 scartato in favore di quello che, nelle scorse settimane, col nome in codice di “Judy“, abbiamo scoperto essere il nuovo LG G7 ripensato dall’azienda di Seul. Lo stesso leaker Evan Blass, @evleaks, sembrava convinto proprio di quest’ultima ipotesi ma, a quanto pare, non è così e quello apparso di sfuggita alla fiera catalana era proprio il venturo G7.

Le specifiche allegate al servizio di Ynet spiegano che il nuovo Lg G7 avrà, sul frontale, il notch che – nato con l’iPhone x – ha iniziato ad affascinare non poco i produttori di device Android, come confermato anche dalle recenti presentazioni. Il display dovrebbe essere un pannello OLED da 6 pollici, con aspect ratio a 19,5:9, e risoluzione pari a 1440 x 3120 pixel (quasi un 4K, superiore ai 2960p del WQHD+ in dotazione ai top gamma Samsung), mentre la selfiecamera è formata da un sensore wide-angle da 8 megapixel.

Sul retro, sopra lo scanner per le impronte, vi sarebbe una doppia postcamera verticale con due obiettivi da 16 megapixel, di cui il primo con f/1.6 e stabilizzazione ottica delle immagini, ed il secondo – grandangolare – con f/1.9. In ambito audio, vi sarebbe un sistema DTS-X per il suono immersivo surround, ed la nota feature Boom Box messa a disposizione dei bassi adeguatamente pompati. 

Il processore annotato è un Qualcomm Snapdragon 845 abbinato, a seconda della versione, con 4+64 GB, o con 6+128 GB. La batteria, invece, sembra avere una capienza da 3.000 mAh. LG Electronics non ha voluto commentare la notizia ma, in corso di fiera, il CEO della divisione mobile, Hwang Jeong-hwan, ha spiegato che non v’è l’esigenza di esporsi prima del tempo e che, visto che è meglio puntare sull’affidabilità, l’erede del G6 arriverà entro la prima parte del 2018. Con che prezzi? Anche qui una punta di mistero, col dirigente che ha sibilato come la sua azienda di certo “non aggiungerà alcun rincaro che possa essere motivato dall’introduzione di funzioni inutili“. A Tim Cook saranno fischiate le orecchie?

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Cose del genere non è affatto raro che accadono: di solito, le fiere vengono usate anche per anticipare ad investitori e giornalisti selezionati quelli che saranno i prossimi assi nella manica, anche quando - in fiera - non si presenta nulla di particolarmente originale. LG ha seguito il copione e, come da manuale, la rivelazione destinata a pochi è diventata virale nel giro di qualche ora grazie ad una "gola profonda": saranno soddisfatti i fan di LG di quanto venuto a sapere?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!