Iscriviti

iQOO Neo 5 Vitality Edition: ufficiale il quasi top gamma per gamers "rivisitato"

iQOO, confermando i rumors emersi nei giorni scorsi dopo i test apparsi su Geekbench, ha ufficializzato il nuovo simil top gamma iQOO Neo 5 Vitality Edition /Lite, con diverse variazioni, in alcuni casi anche migliorative, rispetto al modello standard.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 24 maggio 2021, alle ore 19:31

Mi piace
4
0
iQOO Neo 5 Vitality Edition: ufficiale il quasi top gamma per gamers "rivisitato"

A poca distanza dal varo del modello standard, Neo 5, il brand cinese iQOO, spin-off gamico di Vivo (by BBK Electronics) ha annunciato in Cina un interessante variazione sul tema, rappresentato dall’iQOO Neo 5 Vitality Edition (eventualmente caldeggiato per l’Europa come iQOO Neo 5 Lite).

iQOO Neo 5 Vitality Edition, animato da Android 11 sotto l’interfaccia OriginOS 1.0, sostituisce il display AMOLED con un LCD IPS da 144 Hz di refresh rate, risoluto in FullHD+: nello specifico si tratta di un pannello da 6,57 pollici esteso sul 90.4% di screen-to-body con supporto all’HDR10, 480 nits di luminosità, 1500: 1 contrasto, ideale per i videogame e la fruizione dei contenuti multimediali, in quanto assistito lato sound da due speaker stereo, e con la superficie visuale intaccata solo da un minuscolo foro, in alto a destra, per la selfiecamera da 16 megapixel.

Sloggiato conseguentemente di lato lo scanner per le impronte digitali, l’iQOO Neo 5 Vitality Edition propone sul retro due pillolotti rettangolari, con quello più chiaro che ne contiene uno più scuro, in grigio o bianco, come le colorazioni della scocca (163.97 x 75.53 x 8.93mm, per 198.3), al cui interno è innestato il semaforo per la triplice fotocamera, con un ultragrandangolo (120°) da 8, un sensore principale da 48 (modalità notturna), ed una macro lens (a 4 cm) da 2 megapixel. 

L’array delle connettività dell’iQOO Neo 5 Vitality Edition sembra completo, col Dual SIM, il 4 e 5G, il Wi-Fi 6, il Bluetooth 5.1, il GPS (A-GPS, Beidou, Galileo, Glonass, QZSS), l’NFC, il jack da 3.5 mm, e la microUSB Type-C che carica velocemente, a 44W (da 0 al 70% in mezzora), la batteria elevata a 4.500 mAh.

Il recente processore octacore Snapdragon 870 con GPU Adreno 650 si avvale di massimo 12 GB di RAM (LPDDR5, con la funzione per ottenere 3 GB extra di RAM virtuale) e 256 GB di storage (UFS 3.1), sotto la tutela di un sistema di dissipazione termico a liquido multi (11) strato (necessario, specie quando si spingono al massimo le performance con il tool Multi-Turbo 5.0 e si beneficia del motorino vibrazionale lungo l’asse X). Le configurazioni proposte sul mercato sono in particolare tre, da 8+128 (2.299 yuan, 310 euro), 8+256 (2.499 yuan, 337 euro) e 12+256 GB (2.699 yuan, 364 euro).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nel complesso, è difficile parlare di un vero e proprio downgrade: iQOO ha giocato al togli e aggiungi: la velocità di ricarica scende, ma sale la capienza della batteria, il display cambia tipologia, ma sale a 144 Hz, la multicamera è triplice ma allo stesso tempo differenziata rispetto al modello standard. Quel che ne vien fuori è, tuttavia, il quadro di un dispositivo tutt'altro che spiacevole, anzi, con diverse frecce al suo arco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!