Iscriviti

Archos X67 5G: ufficiale il rugged phone con batteria monstre e ottima postcamera

Mancano poche settimane per l'arrivo in commercio, in Europa, dell'appena annunciato Archos X67 5G, un rugged phone francese abilitato all'uso in contesti difficili, anche grazie a una notevole autonomia, con in più una multicamera posteriore ben ottimizzata.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 9 gennaio 2021, alle ore 02:31

Mi piace
0
0
Archos X67 5G: ufficiale il rugged phone con batteria monstre e ottima postcamera

Dopo il curioso Play Tab di ormai due anni fa, la francese Archos torna a battere un colpo nel panorama mobile, col corazzato Archos X67 5G (nel Vecchio Continente a Febbraio, per 599 euro), uno smartphone di fascia medio-alta con un design moderno e una fotocamera posteriore multipla di ottimo livello. 

Concepito per gli ambienti difficili, Archos X67 5G (178 x 83,4 x 17,6 mm, per 380 grammi) beneficia delle certificazioni IP68 e IP69K, in modo da poter resistere a spruzzi ad alta pressione o a immersioni a 1.5 metri in acqua per mezz’ora: certificato MIL-STD-810G e con un vetro anteriore Gorilla Glass, resiste anche a cadute da 1.5 metri di altezza, continuando a funzionare ad altissime o gelide temperature.

Il display, con angoli arrotondati, è un LCD da 6.67 pollici, risoluto in FullHD+ (410 PPI) secondo l’aspetto panoramico a 20:9, usabile anche con guanti spessi, forato in alto centralmente, per alloggiare la selfiecamera: quest’ultima, da 16 megapixel (Samsung S5K3P9SP, f/2.8, 5 lenti, messa a fuoco fasica), supporta lo sblocco via riconoscimento facciale: di lato, è comunque presente lo scanner per le impronte digitali, nei pressi di un pulsante personalizzabile e di quello per l’SOS.

Posteriormente, protetto da un vetro, l’Archos X67 5G propone un “armadietto” laterale con una quadcamera: all’interno della stessa, il sensore principale da 48 (Sony IMX582, pixel binning, modalità notturna, panorama, modalità di ripresa subacquea), è sovrapposto all’ultragrandangolo (124°) da 13 (Samsung S5K3L6) ed a quello per le macro (a 4 cm) da 2 megapixel (GC02M2) mentre, nella colonna a fianco, sotto il Flash LED, è presente il sensore da 2 megapixel per la profondità nell’effetto Bokeh/Ritratto. 

Semplice ma prestante è il comparto elaborativo dell’Archos X67 5G, animato da Android 10 privo di bloatware, col processore MediaTek Dimensity 800 che, portatore del modem per il 5G, beneficia di ben 8 GB di RAM (LPDDR4X, dua channel) per il multi-tasking, e di 128 GB di storage (UFS 2.1), però non espandibili. Il risultato si traduce in una certa scorrevolezza funzionale e gestionale, delle varie risorse, tra cui le connettività non rappresentano assolutamente un elemento secondario, posto che, al Dual SIM con anche il 4G, si accompagna il GPS, il Bluetooth 5.1, il Wi-Fi ac, e il modulo NFC per Google Pay. La batteria, da ben 8.000 mAh, assicura “ore o addirittura giorni di utilizzo senza ricarica” (rapida, a 18W via Type-C).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'Archos X67 5G mi ha stupito in positivo: certo, prestazioni e batteria andranno testate sul campo, ma il processore sulla carta è valido e il design, cosa rara, non è trascurato come in altri rugged. Soprattutto, la fotocamera posteriore sembra essere apprezzabile, nei sensori scelti, e nelle ottimizzazioni messe in campo: temiamo, tuttavia, che ricaricare questo device non sarà una passeggiata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!