Iscriviti

Archos Play Tab, ecco il maxi tablet da gaming per i giochi di società in salsa moderna

Nostalgici dei giochi da tavolo in grado di riunire, per lunghe serate, amici e familiari? Anche la francese Archos punta a ridestare la passione per i giochi di società, adeguandoli all'epoca moderna, grazie al prossimo arrivo del maxi tablet Archos Play Tab.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 22 marzo 2019, alle ore 18:15

Mi piace
9
0
Archos Play Tab, ecco il maxi tablet da gaming per i giochi di società in salsa moderna

La francese Archos, una delle poche realtà europee rimaste nel settore della tecnologia mobile, ha annunciato il suo ritorno nel mondo del gaming, dopo l’Archos GamePad del 2012, con un nuovo tablet per l’intrattenimento, rappresentato dal mastodontico Archos Play Tab.

L‘Archos Play Tab, in ragione del suo display FullHD da 21.5 pollici (superiore ai 18.4 del Samsung Galaxy View), con ampi angoli di visuale, ed un vetro protettivo (anche dagli schizzi) temperato e multi-strato (spesso 6 mm), si propone come una superficie per il gioco familiare, in sostituzione (al pari di 8Bit Box) dei giochi di società di un tempo, potendo agevolare nell’apprendimento delle regole del passatempo grazie ai video, fornire supporto per migliorare le prestazioni, e garantire il contributo – in sede di gaming – di avanzate esperienze in ambito AI, AR, e 3D.

Animato da Android Pie 9.0, ovviamente munito di connettività senza fili (Wi-Fi, Bluetooth, traffico dati), l’Archos Play Tab può supportare gli oltre 3.5 milioni di contenuti del Play Store e, in particolare, accedere a più di 1.000 giochi da tavolo digitalmente convertiti (e quindi più convenienti delle versioni fisiche, essendo spesso gratuiti o freemium), tra i quali è possibile annoverare grandi classici del divertimento familiare, come Uno, Monopoly, Cluedo, Scrabble, Reversi, Forza 4, Settelers of Catan, e Pandemia

A gestire l’Archos Play Tab dal punto di vista hardware interviene un (imprecisato) processore a otto core, messo in tandem con 3 GB di RAM, onde ottenere una certa fluidità operativa, e con uno storage da 32 GB. Secondo l’azienda transalpina, la presenza di una corposa batteria da 5.000 mAh, pur raffrontata con una diagonale di tal fatta, dovrebbe garantire comunque una lunga esperienza di gioco.

L’arrivo sul mercato dell’Archos Play Tab è previsto per il ritorno a scuola del 2019, in un range temporale che non va oltre la fine dell’anno in corso, ad un prezzo di 249 euro

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'idea di base dell'Archos Play Tab è molto bella: giocare allo smartwatch offre, in effetti, molte opportunità di intrattenimento, economiche, più dinamiche e coinvolgenti ma, ipso facto, vincola ad un monitor piccolo che isola dalle altre persone. Con un tablet del genere, invece, si recupera la coralità dei vecchi giochi di società, portantoli al passo con i tempi. Il problema, però, sta nella batteria, forse sottodimensionata per un display del genere, e nella privacy individuale garantita durante i giochi di carte (come verranno nascoste quelle di ciascuno?).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!