Iscriviti

Archos Access 57, l’entry level basico ma prestante grazie ad Android Oreo 8.1 Go Edition

La francese Archos scalda i motori in vista del prossimo IFA 2018 di Berlino, ed anticipa uno dei protagonisti della kermesse rappresentato dal suo Archos Access 57, un entry level molto basico supportato nelle prestazioni da Android Oreo 8.1 Go Edition.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 28 agosto 2018, alle ore 11:13

Mi piace
7
0
Archos Access 57, l’entry level basico ma prestante grazie ad Android Oreo 8.1 Go Edition

Il varo prima di Android Oreo 8.1 e poi anche di Android Pie 9.0 in versione Go Edition ha donato nuova linfa vitale agli smartphone ormai obsoleti e, nel contempo, ha migliorato notevolmente le prestazioni dei nuovi modelli di fascia bassa. Tra essi, nel corso della prossima IFA 2018 di Berlino, campeggerà anche l’Access 57, della francese Archos.

Archos Access 57 ha un corpo in plastica (157 x 74.9 x 10.2 mm, per 171 grammi) con, sul davanti, un ampio display panoramico (18:9) da 5.7 pollici, con risoluzione FWVGA+ (960×480 pixel): la selfiecamera, per videochiamate e semplici autoscatti, si attesta sui 2 megapixel, mentre sul retro – assente lo scanner per le impronte (la sicurezza è affidata a pin, password, etc) – è alloggiata la sola fotocamera principale, con sensore da 8 megapixel, autofocus e Flash LED, incaricata di girare video a 1080p. L’azienda ha completato la dotazione multimediale del suo entry level inserendo sia il jack da 3.5 mm per le cuffie, che la pratica Radio FM, meno impattante sulla batteria.

All’interno della scocca, assieme ai canonici sensori (accelerometro, di prossimità e luminosità, bussola digitale), è posto un processore a quattro core (1.4 GHz) Spreadtrum SC9832E, supportato nei calcoli grafici dalla scheda grafica Mali T820 MP1: la RAM ammonta a 1 GB, mentre a 16 (con LTE) / 8 (solo 3G) – espandibili (64 GB) con la schedina microSD – arriva lo storage.

Grazie a tale hardware, è possibile implementare Android Oreo 8.1 Go Edition, con tanto di set d’applicazioni alleggerite in salsa Google (Assistant Go, Gmail Go, Maps Go, e YouTube Go): quasi assente il bloatware, a meno di non considerare tale le due app proprietarie Archos Video (un player) e Archos Files (un “esplora risorse”). La batteria, removibile e ricaricabile dalla porta microUSB, con i suoi 2.400 mAh, regala 80 ore di autonomia in stand-by, e 15 ore di conversazione.

Le connettività dell’Archos Access 57, dotato di GPS e Dual SIM, prevedono il 4G, il Bluetooth 4.2, ed il Wi-Fi n: previsto nella colorazione nera, sarà disponibile, a partire da Ottobre, in tutto il Vecchio Continente, ad un prezzo di 79.99 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'Archos Access 57, come il nome ben evidenzia, è uno smartphone che consente l'accesso: a cosa? Ad internet, ed alle fruizioni multimediali quanto ad utilizzo, ed al mondo Android per coloro che ne sono a digiuno: ottimo entry level, per quanto deficitario di uno scanner biometrico, offre una cospicua autonomia e discrete prestazioni grazie alle ottimizzazioni del progetto Go Edition.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!