Iscriviti

Covid-19, ritorno in classe a settembre con le dovute precauzioni

Le scuole riaprono a settembre con la mascherina, a classi distanziate e i genitori resteranno fuori dalla scuola. Il ministero dell’Istruzione, i sindacati e le associazioni dei presidi hanno presentato la bozza del protocollo al comitato tecnico scientifico

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 8 maggio 2020, alle ore 11:21

Mi piace
7
0
Covid-19, ritorno in classe a settembre con le dovute precauzioni

Il ritorno a scuola, all’inizio dell’emergenza Covid-19 previsto entro pochi giorni, è stato spostato sempre più in là, fino a definire che per l’anno 2019-2020 le scuole non avrebbero più riaperto le porte agli studenti di ogni ordine e grado e la didattica a distanza avrebbe supplito le lezioni che solitamente si svolgono in classe.

Finalmente si parla, previe precauzioni, di riapertura delle scuole a settembre. Una bozza del protocollo in vista della ripartenza delle attività negli ambienti scolastici, è ora in discussione; tra le attenzioni: i genitori resteranno fuori dalle scuole salvo eccezioni, verrà misurata la febbre, verranno eseguiti i tamponi a chi ha la febbre, sarà obbligatorio l’uso delle mascherine, gli studenti raggiungeranno l’aula seguendo percorsi differenziati nei corridoi e i loro ingressi saranno distanziati.

Sono sostanzialmente questi i punti della bozza del protocollo discusso dai tecnici del ministero dell’Istruzione, dai sindacati e dalle associazioni di presidi per la sicurezza nelle scuole in vista della riapertura di settembre per l’anno scolastico 2020-2021. Il testo verrà sottoposto al Comitato Tecnico Scientifico, che dovrà valutare se le prevenzioni previste sono sufficienti per la sicurezza degli alunni, dei docenti e del personale delle scuole.

Il protocollo, in tutti i punti principali, ha come sfondo la sicurezza di quanti frequentano gli ambienti scolastici. I presidi di ogni Istituto dovranno mettere in atto alcune prescrizioni. Prima di tutto dovranno informare e formare il personale e coloro che entrano nelle scuole delle nuove linee di sicurezza. Dovranno inoltre mettere a punto “un piano per la pulizia e sanificazione che renda sicuri gli ambienti” si legge in corriere.it.

L’obbligo delle mascherine a scuola, sia in classe che nei corridoi, è uno dei punti più discussi. Tra le ipotesi al vaglio degli esperti del comitato tecnico scientifico è se farle indossare soltanto agli “estranei” o a tutto il personale della scuola. La questione mascherine per gli studenti sarà valutata nel rispetto delle norme generali riguardanti i minori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che i ragazzi siano stanchi di stare lontano dai compagni di studio e di gioco. Imparare da casa va bene solo per un breve periodo. E, tutto sommato, seppur impreparati, ci siamo trovati quasi tutti pronti a questa nuova didattica a distanza, che ci ha fatto fare un salto di qualità nell'utilizzo di strumenti che, pur in nostro possesso, non utilizzavamo appieno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!