Iscriviti

Coronavirus, Azzolina annuncia la probabile proroga della chiusura delle scuole

Il Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che sicuramente verrà prorogata la chiusura delle scuole oltre il 3 aprile.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 19 marzo 2020, alle ore 21:26

Mi piace
4
0
Coronavirus, Azzolina annuncia la probabile proroga della chiusura delle scuole

Il Coronavirus sta creando non pochi disagi in Italia sia per il numero di contagi sia per il numero di decessi. Nelle ultime ore, il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina ha annunciato che molto probabilmente verrà prorogata la data di chiusura delle scuole. Infatti, inizialmente, si era pensata alla data 3 aprile come termine ultimo. Purtroppo, a causa della situazione molto complicata, il Governo ha deciso di andare oltre in quanto il Paese sta affrontando una situazione molto difficile.

Il Ministro Azzolina ha parlato anche degli esami di maturità ed ha affermato che saranno effettuati a prescindere e saranno seri nella loro esecuzione. Infatti in queste settimane, nnostante le attività siano state sospese negli edifici scolastici, i docenti hanno adoperato la modalità della didattica a distanza per continuare le loro lezioni e soprattutto per fare in modo che gli allievi possano continuare un percorso scolastico formativo.

Tra le tante applicazioni utilizzate dalle scuole per continuare un percorso didattico a distanza le più gettonate sono WeSchool e GSuite. Entrambe consentono di effettuare video conferenze, esercitazioni e verifiche. In più viene garantito il regolare svolgimento delle lezioni e delle valutazioni che vanno a sopperire a questa grave situazione di emergenza sanitaria che riguarda tutto il Paese.

La proroga della chiusura delle scuole è stata anche preannunciata dal presidente del Consiglio Conte. Molti sindaci e presidenti regionali hanno deciso di chiedere l’intervento dell’esercito affinché la popolazione non continui ad andare in giro invano per le città. In molti hanno deciso, inoltre, di mettere in atto la chiusura dei parchi pubblici, onde evitare il grande afflusso non consentito.

La situazione complicata che si sta vivendo fa sì che vengano prese delle misure restrittive al fine di tamponare il più possibile il contagio da Covid-19, che non sembrerebbe essersi attenuato né in Italia né negli altri Paesi del mondo, a parte la Cina, Paese in cui tutto è iniziato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Castaldo

Francesco Castaldo - La decisione del Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, era inevitabile. Infatti, nella situazione in cui ci si trova in Italia, era impensabile poter immaginare di riprendere la vita di tutti i giorni il 3 aprile. Speriamo che il contagio possa placarsi e di conseguenza fare in modo che le cose possano andare per il verso giusto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!