Iscriviti

Concorso Ripam Campania: le prove scritte per la categoria C iniziano il 18 febbraio

Pubblicato il calendario delle prove scritte del Concorso Ripam categoria C: si parte il 18 febbraio alle 8:30. Le prove termineranno il 25 febbraio.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 3 febbraio 2020, alle ore 19:50

Mi piace
9
0
Concorso Ripam Campania: le prove scritte per la categoria C iniziano il 18 febbraio

Lo scorso 31 gennaio sul sito della Formez è stato pubblicato, con valore di notifica, il calendario delle prove scritte della categoria C del Concorso Ripam, riferite ai primi 5 profili. Il concorso, riferito alla categoria C, è stato indetto, per il reclutamento di 1225 unità di personale.

Le prove della categoria C inizieranno il 18 febbraio e si concluderanno il 25 febbraio. Le prove si svolgeranno al Palapartonepe di Napoli, dove si svolgeranno, dal 10 al 13 febbraio. anche quelle della categoria D. La prima data utile per la prova scritta della categoria C è quella di martedì 18 febbraio alle ore 8:30, rivolta ai candidati al profilo professionale CUC/CAM.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, a partire dalle ore 14,30, si terrà la prova scritta del profilo professionale ITC/CAM. Il giorno 20 febbraio, alle ore 8:30 sosterranno la prova scritta i candidati del profilo professionale VGC/CAM. I candidati relativi a tale profilo, dato l’elevato numero di partecipanti, saranno convocati in due sessioni differenti, secondo un ordine alfabetico a partire dalla lettera estratta “L”.

Nel turno della mattina, si partirà dai candidati da LA CIOPPA Rachele a AGOZZINO LAURA. Nel turno pomeridiano, svolgeranno la prova, i candidati da AIELLO Annamaria a KILANI ALESSANDRO. Il giorno 21 febbraio ci sarà un solo turno di prove alle ore 14,30, per il profilo professionale TCC. L’ultimo giorno previsto per le prove sarà il 25 febbraio 2020, alle ore 8,30, per il profilo professionale SAC.

I candidati avranno 90 minuti di tempo per svolgere la prova scritta, la quale sarà costituita da 60 domande a risposta multipla. Il punteggio massimo attribuibile alla prova scritta sarà di 30 punti. Lo scritto si supera ottenendo un punteggio minimo di 21/30. Ogni risposta corretta vale 0,50 punti, inoltre è prevista una decurtazione di punteggio pari a 0,15 punti per le risposte date in maniera errata, nessun punto invece verrà attribuito per le risposte non date.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - I test proposti ai partecipanti saranno sorteggiati da una banca dati. Per ogni sessione verrà stampata una versione A e una versione B; le domande proposte saranno le stesse, ma saranno ordinate in modo differente. Le prove saranno corrette, in seduta pubblica e in forma anonima, da sistemi informatizzati, alla presenza dei candidati che vorranno partecipare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!